Quotidiani locali

SERMIDE

Scovati nell'ex teleferica, i ladri aggrediscono i carabinieri

Il sistema d'allarme fa fallire il colpo: un malvivente cerca di fuggire strattonando i militari, l'altro viene sorpreso nei bagni e risponde con calci e pugni

SERMIDE. A tradirli è stato l’antifurto, a inchiodarli la loro violenta goffagine: così i due ladri sorpresi dai carabinieri della stazione di Ostiglia nell’edificio della teleferica di Sermide, che oggi ospita il Centro di educazione ambientale del Comune. 
 
Il tentativo di furto è avvenuto nella notte tra il 29 e il 30 dicembre, a mandarlo a monte è stato il fischio del sistema d’allarme, collegato alla centrale operativa di Gonzaga. Entrambi pregiudicati, i due non hanno fatto in tempo a scappare prima dell’arrivo dei carabinieri: il primo, un 27enne di Carbonara di Po, ha cercato di fuggire strattonando i militari, l’altro, un 20enne di nazionalità magrebina, è stato scovato nei bagni degli uffici, durante il successivo giro d’ispezione. La sua reazione è stata ancora più violenta: calci e pugni contro i carabineri, poi medicati al pronto soccorso di Pieve di Coriano per lievi contusioni.
 
Oggi, 30 dicembre, il giudice della direttissima ha concesso al legale d’ufficio i termini a difesa: i due saranno processati a marzo, nel frattempo per uno di loro è scattato l’obbligo di dimora nel luogo di residenza. 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista