Quotidiani locali

traffico

Smog e caos tir a Suzzara, petizione dei residenti

Il comitato di via Ippolito Nievo-via Villa Inferiore ha scritto al sindaco. I problemi: auto ferme al passaggio a livello con i motori accesi e troppi camion

SUZZARA. Il comitato “Petizione 18246”, scende di nuovo in campo. E questa volta lo fa per sollecitare soluzioni immediate all'annosa questione del tratto viabilistico via Ippolito Nievo–via Villa Inferiore, sul quale transitano ogni giorno 17mila veicoli. Il comitato ha presentato nei giorni scorsi due istanze indirizzate al sindaco Ivan Ongari, all'assessore alla viabilità Francesco Bianchi e ai capigruppo consiliari di maggioranza e minoranza.

Nella prima istanza il presidente del comitato Gianni Giamboni, a nome dei residenti firmatari, chiede di ottemperare alla normativa del vigente regolamento comunale di polizia urbana col quale si stabilisce che è vietato mantenere i motori dei veicoli accesi quando quest’ultimi sono fermi ai passaggi a livello.

Chiede, inoltre, che vengano apposti i cartelli segnaletici di obbligo spegnimento motori in prossimità del passaggio a livello di via Villa Inferiore in entrambe le carreggiate ed infine che venga posta in atto una adeguata vigilanza per l’applicazione del regolamento sopra citato.

Nella seconda istanza i cittadini chiedono che venga aggiornata e  resa ben visibile la segnaletica indicante il divieto di transito in via Villa Inferiore- via Nievo per gli  automezzi pesanti  in entrambe le direzioni di marcia, che venga posta in atto una adeguata vigilanza per l’applicazione del rispetto del codice della strada inerente al suddetto divieto, ed inoltre che venga eliminata e modificata la segnaletica apposta in via Marx di indicazione verso aziende produttive e commerciali situate dall’altro capo della città, rendendole raggiungibili anche da altre direzioni esistenti.

«Questa amministrazione comunale non è sensibile ai problemi ambientali - commentano i residenti -. Dall'elenco dei Comuni aderenti al protocollo di collaborazione per l'attuazione di misure temporanee per il miglioramento della qualità dell'aria e il contrasto all'inquinamento locale aggiornato al 20 gennaio 2017 figurano solo Mantova, San Giorgio-Bigarello, Borgo Virgilio e Porto Mantovano. Suzzara ancora non c'è».

C'è inoltre il rapporto di valutazione ambientale del piano di governo del territorio redatto nel dicembre 2011, dove, a pagina 19 si legge: «Nel territorio comunale di Suzzara non è presente una stazione di rilevamento della qualità dell’aria. La stazione di rilevamento fissa più vicina è situata nel comune di Viadana».

Mauro Pinotti

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista