Quotidiani locali

BOZZOLO

Don Mazzolari santo: la causa inizierà a ottobre

Dopo mesi di studio è giunto a conclusione il lavoro sia dei censori teologi che della commissione storica. Per il "parroco di Bozzolo" ora parte la vera e propria discussione che potrebbe portare alla beatificazione 

BOZZOLO. La causa di beatificazione di don Primo Mazzolari inizierà a ottobre. La diocesi di Cremona potrà così fregiarsi di un particolare riconoscimento. Dopo mesi di studio è giunto a conclusione il lavoro sia dei censori teologi che della commissione storica per ciò che riguarda il prete che nacque al Boschetto, quartiere di Cremona. «L'avvio era stato dato dal vescovo emerito monsignor Dante Lafranconi - spiega il presidente della Fondazione Don Primo Mazzolarì di Bozzolo, don Bruno Bignami - affidando il compito di presentare la relazione conclusiva entro il 2016. Il vescovo Antonio Napolioni ha ora preso il testimone decidendo di proseguire in continuità con l'operato del predecessore. Sabato 4 febbraio scorso nel palazzo vescovile si è tenuto l'incontro di tutti gli interessati per fare il punto della situazione e per progettare i passi futuri».

Sono favorevoli i pareri sia della Commissione storica che dei periti teologi nominati ad hoc. Don Primo Mazzolari è stato un presbitero, scrittore e partigiano italiano. Nacque nel 1890 a Cremona dove morì nel 1960. Conosciuto come il parroco di Bozzolo, fu una delle più significative figure del Cattolicesimo italiano nella prima metà del Novecento.

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NOVITA' E LIBRI TOP DI NARRATIVA, POESIA, SAGGI, FUMETTI

Spedizioni gratis su oltre 30 mila libri