Quotidiani locali

La politica apre ai 18enni. Grande festa in 6 Comuni  

Incontri a Suzzara, Gonzaga, Motteggiana, Moglia, San Benedetto e Pegognaga. I giovani chiamati ad illustrare le loro idee su come amministrare una comunità

I consigli comunali si aprono ai giovani per ascoltare le loro idee su come amministrare una comunità. È questo il senso degli incontri con i neo 18enni promossi dagli amministratori in sette Comuni della bassa.
SUZZARA. Al centro Piazzalunga circa un centinaio di ragazzi e ragazze hanno proposto le loro idee per la città. In tanti stanno collaborando in associazioni o hanno svolto tirocini nell'ambito delle iniziative sull'alternanza scuola lavoro. A Gonzaga c'è stato un vivace confronto su come funziona la pubblica amministrazione e come si partecipa alla vita pubblica; come si diventa dipendente comunale e come sono assegnati gli appalti pubblici. Circa cinquanta i ragazzi e le ragazze che hanno preso parte all’assemblea dando vita un dibattito stimolante, confrontandosi a lungo con il sindaco Claudio Terzi, la giunta e i consiglieri di minoranza e maggioranza, in particolare con Matteo Castagnoli, il più giovane consigliere di Gonzaga. Altre iniziative simili si sono svolte a Moglia, Motteggiana e Luzzara (Re).


PEGOGNAGA. Consiglio aperto per incontrare una trentina di ragazzi in rappresentanza degli 81 nati nel 1999. Dopo il benvenuto ai giovani, il vicesindaco Letizia Comparsi ha ricordato il significato di maggiore età: autonomia, responsabilità, patente, voto e possibilità di approccio alla vita pubblica. I giovani hanno posto domande sulla mancanza di un contenitore teatrale e musicale, sugli spazi coperti per il tennis e il calcetto e sulle criticità di viabilità e sicurezza. A tutti è stato poi consegnato un attestato e una copia della Costituzione.


SAN BENEDETTO PO. All’incontro con i neo 18enni, nella saletta Iat, hanno partecipato 23 ragazzi (il doppio degli scorsi anni). Ad accoglierli l’assessore alle politiche giovanili Vanessa Morandi e la responsabile dell’Informagiovani Lia Negri. I temi trattati nell’incontro sono stati circoscritti alla situazione concreta che i giovani si trovano a vivere in paese. Si è prestata molta attenzione ad ascoltarne le richieste, quali uno spazio loro dedicato e la possibilità di scelta sui titoli dei film proiettati in Sala Polivalente. Si è parlato di diritti ma anche di impegno e partecipazione alla vita politica e sociale attraverso esperienze di volontariato o di servizio civile. Al termine sono stati consegnati ai giovani una copia della Costituzione, una dispensa sulle opportunità fornite dall’Informagiovani e un attestato di partecipazione. (m.p., v.n., o.c.)

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

TORNA IL CONCORSO PIU' POPOLARE DEL WEB

Premio letterario ilmioesordio, invia il tuo libro