Quotidiani locali

mantova

Petizione anti senso unico. Raccolte più di 150 firme

on piace ad alcuni residenti e ai commercianti con vetrine nel tratto finale di viale Gorizia, oltre l’incrocio con viale Oslavia, la decisione di trasformare definitivamente a senso unico la viabilità nella parte terminale del viale

MANTOVA. I lavori erano attesi da parecchio tempo ma al momento dell’avvio del cantiere e dopo l’annuncio dei relativi cambiamenti alla viabilità è scattata la protesta.

Non piace ad alcuni residenti e ai commercianti con vetrine nel tratto finale di viale Gorizia, oltre l’incrocio con viale Oslavia, la decisione di trasformare definitivamente a senso unico la viabilità nella parte terminale del viale. «L’impossibilità di accedere da viale Fiume sarà un disincentivo per i nostri clienti e inoltre diminuirà il flusso di passaggio» aveva spiegato uno di loro alcuni giorni fa.

In questi giorni il consigliere comunale Luca de Marchi è stato contattato da residenti e negozianti che hanno raccolto oltre 150 firme per chiedere all’amministrazione comunale che al termine dei lavori nell’ultimo tratto di viale Gorizia siano mantenuti gli attuali posti auto e il doppio senso di marcia. Il progetto prevede che, già durante l’ultima fase dei lavori e naturalmente anche a cantiere terminato, nel tratto tra l’incrocio con viale Oslavia e viale Fiume la circolazione sia consentita solo in direzione piazzale Gramsci.

Il piano di riqualificazione di Valletta Paiolo contempla la creazione di parcheggi perpendicolari alla strada sia a destra che a sinistra (circa un centinaio), con marciapiede e ciclabile su entrambi i lati. «Sono stato contattato da residenti e negozianti – racconta il consigliere comunale – perché facessi da tramite per la loro istanza. Ho raccolto la loro petizione e ora sarà mia premura farla protocollare all’ufficio di presidenza del consiglio comunale».

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista