Quotidiani locali

Stop di quattro giorni imposto al kebab di fronte alla stazione di Mantova

Il provvedimento del questore, anche se il fast food non c'entra direttamente, dopo le ultime risse con protagonisti pregiudicati. Controlli sulla vendita di alcolici in zona

La rissa in zona stazione nella notte di venerdì 7 aprile Le immagini che ci ha inviato un lettore della rissa della sera di venerdì 7 aprile in zona stazione a Mantova. LEGGI L'ARTICOLO

MANTOVA. Nessuno vuole puntare il dito contro il titolare, ma un intervento non era più rinviabile. Le baruffe, le risse, spesso innaffiate dall’alcol davanti al kebab di via Bettinelli hanno creato disagi pesanti nella zona della stazione, mettendo a rischio la sicurezza degli altri clienti, dei passanti e degli abitanti della zona. Così martedì la squadra amministrativa della questura ha notificato ai titolari del Kebab il provvedimento del Questore di Mantova con cui è stata disposta la sospensione della validità delle autorizzazioni per quattro giorni.

leggi anche:

Giù le serrande, quindi, proprio a ridosso del weekend pasquale. Un pugno duro necessario per dare un segnale forte soprattutto alla clientela “problematica”. L’attività di controllo che è stata condotta sul locale, soprattutto dopo gli ultimi episodi, ha messo in evidenza infatti una assidua frequentazione di persone con precedenti penali e di polizia , di cui, ovviamente, il gestore del locale non può essere informato. Personaggi che, spesso ubriachi, hanno creato seri problemi di sicurezza nella zona, tanto da rendere necessario l’intervento della polizia.

L’ultimo di una lunga serie è stato sabato scorso, terminato con un uomo a terra privo di coscienza e un altro pestato selvaggiamente a pugni e calci. Una rissa tra balordi, davanti agli occhi dei passanti tra cui alcuni turisti che stavano rientrando in albergo. E sotto gli occhi elettronici delle telecamere di videosorveglianza ad alta definizione della polizia locale collegate con le altre forze dell’ordine. Gli abitanti e gli altri commercianti, che già avevano presentato un esposto a prefettura e forze dell’ordine sulla situazione avevano subito puntato il dito verso un gruppo che bivacca quasi ogni sera sotto il porticato del condominio Pradella, ubriacandosi, urlando e sporcando ovunque.
Sull’episodio era anche intervenuto l’assessore alla polizia locale Jacopo Rebecchi che aveva annunciato controlli serrati sulla vendita di bevande alcoliche nella zona.

leggi anche:

E intanto proseguono senza sosta, su disposizione del Questore di Mantova, i controlli amministrativi presso locali pubblici (bar, sale giochi e locali da ballo), proprio con l’obiettivo di verificare la corretta applicazione della normativa vigente, specialmente in tema di somministrazione di bevande alcoliche. Con questi scopi, sempre martedì sera, il personale della squadra amministrativa della Questura, coadiuvato da una Volante, ha verificato a tappeto l’attività di alcuni esercizi pubblici della città e del Comune di Porto Mantovano, provvedendo al controllo delle autorizzazioni amministrative ed all’identificazione dei presenti. Gli operatori della Squadra Amministrativa, con l’ausilio del personale della Volante, hanno controllato e identificato 51 avventori: ben 17 di loro sono risultati carichi di precedenti penali.

Un servizio che mette in pratica le linee guida tracciate dal questore nel suo discorso di lunedì al teatro Bibiena in occasione della festa della polizia, quando ha ribadito la necessità di essere ancora più presenti e visibili sul territorio per aumentare la percezione di sicurezza della gente.
 

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NOVITA' E LIBRI TOP DI NARRATIVA, POESIA, SAGGI, FUMETTI

Spedizioni gratis su oltre 30 mila libri