Quotidiani locali

mantova

Ciclabile del cavalcavia, tempo scaduto: arriveranno le sanzioni 

La ditta non riesce a terminare la pista di Belfiore entro i termini del contratto. Il Comune: «La pratica per le sanzioni è affidata all’ufficio legale. Ma l’opera è quasi pronta». Il Club tre età: "Ora serve la ciclabile in via Indipendenza" 

MANTOVA. Faticano a sbilanciarsi su una data precisa, gli assessori Rebecchi e Murari, sulla data precisa in cui potremo finalmente percorrere in bici, magari con i bambini a seguito, la ciclabile in costruzione da un anno sula cavalcavia. O quando gli abitanti di viale Alfieri potranno tornare ad utilizzare la scala che si inerpica sul terrapieno del ponte per raggiungere la strada attraverso la scorciatoia sfruttata da decenni.
Due cose sono certe. La prima: la scadenza di domani, 17 aprile, per la consegna dell’opera alla comunità non verrà rispettata.

La seconda: l’ufficio legale di via Roma è al lavoro per capire i margini di applicabilità delle sanzioni conseguenti al ritardo. Sanzioni che, inevitabilmente, arriveranno al consorzio di imprese Monmart (quelle che hanno realizzato gli insediamenti in zona Belfiore) che non hanno saputo rispettare i tempi previsti per la consegna della ciclabile realizzata in alternativa al versamento degli oneri nelle casse comunali (950mila euro).
«È ovvio che non avremo la pista entra la data prevista dal contratto e quindi scatteranno inevitabilmente delle sanzioni - dice l’assessore alla viabilità, Iacopo Rebecchi - in ogni caso l’opera è davvero quasi finita. Mancano le strisce pedonali dei passaggi in strada Dosso del Corso e in viale Pompilio, parte dei parapetti sul lato strada e il collegamento dell’illuminazione. Difficile dire il giorno esatto in cui verrà consegnata al Comune e quindi alla città. Di certo entro la fine del mese».

Andrea Murari, assessore all’urbanistica, spiega che l’ufficio legale del Comune sta valutando le modalità di applicazione delle sanzioni per l’inadempienza in termini contrattuali. «La cosa che più interessa ora è comunque che la pista sia pronta - dice - e ormai ci siamo».

Intanto il Club tre età sollecita via Roma a inserire nelle opere in programmazione anche una ciclabile lungo via Indipendenza (Borgo Pompilio) per collegare il quartiere alla pista del cavalcavia attraverso viale Pompilio.
«Occorrerebbe far tornare via Indipendenza a senso unico - dice il presidente del Club, Luciano Tonelli - in un incontro svoltosi nel quartiere lo scorso giugno con i rappresentanti dell’amministrazione ci venne risposto che la proposta era attuabile, previa ovviamente un’analisi dell'impatto sul traffico. Abbiamo raccolto richieste di un pista di collegamento da diversi abitanti. La pista collegherebbe la nuova ciclabile del cavalcavia addirittura a Borgochiesanuova, visto che la in via Indipendenza, vicino alla scuola elementare De Amicis, c’è il sottopasso per quel quartiere».

«Valuteremo questa ipotesi nell’ambito del piano di mobilità - dice Rebecchi – per capire gli effetti che il ritorno al senso unico di via Indipendenza avrà sulla mobilità complessiva di quella parte della città».

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

SPEDIZIONI FREE

Stampare un libro, ecco come risparmiare