Quotidiani locali

PASQUETTA/1

Mantova fa il pieno di turisti, tra arte e gastronomia

Ponte in calo per il Te, folla in centro e negli altri musei. Soddisfatti gli operatori del commercio

MANTOVA. Città affollata, alberghi esauriti e i principali monumenti (Ducale e Te, quest’ultimo molto di più) che, stranamente, perdono colpi rispetto all’anno scorso. Il weekend di Pasqua a Mantova soddisfa gli operatori economici e gli amministratori comunali che godono dell’onda lunga di Mantova capitale italiana della cultura. E sorridono pure gli altri centri turistici della provincia, Sabbioneta e San Benedetto, i cui gioielli, Palazzo Ducale e il monastero del Polirone, hanno attirato molti visitatori.

PALAZZO TE. I biglietti staccati, nei tre giorni, sono stati 7.514 contro i 9.599 dell’anno scorso. Sabato gli ingressi sono stati 1.874 (2.367 un anno fa), a Pasqua 2.439 (3.209 nel 2016) e il lunedi dell’Angelo 3.201 (4.023). «Se il raffronto è con Mantova capitale l’avevo detto che quelli erano numeri irripetibili» commenta il sindaco Mattia Palazzi, comunque soddisfatto dell’affluenza turistica in questi tre giorni. «Rispetto al 2015 quest’anno vi è stato un 18% in più di ingressi al Te, e comunque gli alberghi e gli agriturismi hanno registrato il tutto esaurito anche questa volta. Si vede che chi è ritornato a Mantova, dato che aveva già visto il Te, ha fatto qualcos’altro. Ho visto tantissima gente in città, molti stranieri, tedeschi in particolare». Sul lungo periodo la reggia estiva dei Gonzaga tiene: dal 1° gennaio al 17 aprile di quest’anno i visitatori sono stati 69.380, lo 0,33% in meno rispetto a quelli di un anno fa (69.615). In calo anche i visitatori a Palazzo San Sebastiano: 3.351 contro 4.041 (nell’anno, però, il trend è in crescita del 16,5%: da 18.658 visitatori dal 1° gennaio al 176 aprile 2016 ai 21.749 nello stesso periodo del 2017).

Percorrendo l’asse del principe che porta dal  Ducale al Te, ci si può fermare a Palazzo della Ragione, nel cuore del centro storico, in piazza Erbe. Oltre al palazzo duecentesco, si possono visitare anche il Museo dell’Orologio e la mostra Vite di cartone di Gianfranco Gentile, aperta fino al 27 aprile. Aperta delle 10 alle 18, per informazioni è possibile telefonare al numero 0376 1505892. Piccola ma necessaria deviazione per non perdersi la visita al Teatro Bibiena, in via Accademia 47, aperto per le festività pasquali con orario continuato dalle 10 alle 18. L’ingresso intero costa 2 euro. Per informazioni è possibile telefonare allo 0376 327653.

Il Museo della Città, in Palazzo San Sebastiano, in largo XXIV Maggio, è aperto dalle 9 alle 19.30, con ultimo ingresso un’ora prima della chiusura, il costo del biglietto varia e può essere scontato se cumulativo con Palazzo Te e il tempio di San Sebastiano. Per informazioni è possibile telefonare allo 0376 367087 o consultare il sito www.museodellacitta.mn.it.

Pasqua e Pasquetta riempiono Mantova di turisti

DUCALE. Anche i turisti in visita al Ducale sono diminuiti, anche se meno rispetto al Te. L’anno scorso, nei tre giorni di Pasqua furono 7.679, quest’anno sono stati 7.285 (2.035 il sabato, 2.750 a Pasqua e 2.500 ieri). Va osservato che nei conteggi giornalieri c’è anche la quota di coloro che hanno visitato anche la Camera degli sposi, che si dotano di un biglietto diverso rispetto a chi opta solo per Corte vecchia. A Pasquetta, per esempio, sono andati esauriti tutti i 1.500 ticket (contingentati) a disposizione per ammirare il capolavoro del Mantegna. Comunque, sia al Te che al Ducale nei tre giorni pasquali le file agli ingressi non sono mancate. 

SANT’ANDREA. Sono andati bene, invece, i monumenti tenuti aperti dai volontari del Touring club. Santa Barbara ha avuto 4.815 visitatori (805 il sabato, 940 la domenica di pasqua e 3.070 il lunedì dell’Angelo), circa lo stesso numero del 2016. Sant’Andrea, invece, ha registrato un incremento del 30%, raggiungendo quota 9.003 (2.993 il sabato e 6.010 il lunedì, mentre a Pasqua l’apertura integrativa dalle 12 alle 15 non c’è stata). 
 
 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista