Quotidiani locali

La visita di Mattarella lo scorso novembre. Cuscino di fiori e elogio del pensiero del don

In novembre la tomba di don Primo Mazzolari era stata una tappa della visita mantovana del presidente della Repubblica Sergio Mattarella

BO)ZZOLO. In novembre la tomba di don Primo Mazzolari era stata una tappa della visita mantovana del presidente della Repubblica Sergio Mattarella. In un momento delicato per la politica italiana ed internazionale, il presidente aveva lodato l'attualità del pensiero mazzolariano «del quale c'è molto bisogno oggi». Circa un migliaio le persone presenti fra il sagrato della chiesa di san Pietro e davanti alla Fondazione Mazzolari. Mattarella, proveniente da Mantova ed accompagnato dal ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini, si era subito recato in chiesa dove aveva brevemente sostato per un momento di raccoglimento privato sulla tomba di don Primo, posando un cuscino di fiori. Poi, dopo la visita allo studio privato dell'ex parroco ed alcuni incontri nella sagrestia, all'uscita si era intrattenuto con la gente prima di recarsi alla fondazione dove aveva assistito ad un breve filmato d'epoca: un'omelia sul tema del "non uccidere", lasciando alla fine un ricordo di suo pugno sul libro degli ospiti. Presenti una quarantina di sindaci dell'area mantovana e cremonese, parlamentari, consiglieri.

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista