Quotidiani locali

Da San Giorgio all’Africa povera 

Padre Paolo Motta parte per il Burkina Faso. Il saluto alla sua parrocchia: «Vi porto nel cuore»

SAN GIORGIO DI MANTOVA. Partirà per uno dei paesi più poveri del mondo. Padre Paolo Motta, missionario, dopo essere rientrato dalla Costa d’Avorio e dopo un breve periodo nella comunità di Villaregia (Ro) andrà in Burkina Faso. Lo stato africano è in fondo alle classifiche mondiali della ricchezza con un Pil (prodotto interno lordo) pro capite di nemmeno 1.500 euro ed un reddito medio di appena 600. Nulla in confronto al Pil pro capite italiano (32mila euro) o del paese più ricco al mondo, il Quatar (120mila euro). La sua missione sarà nella capitale Ouagadougou, città sottoposta ad un vero boom demografico che ha fatto raddoppiare la popolazione negli ultimi dieci anni. La crescita esasperata ha portato i consueti problemi di sradicamento, povertà, ingiustizia. Montagne che padre Paolo, 51 anni, tenterà di scalare partendo dalla parrocchia che gli è stata affidata e che conta 75mila abitanti, dei quali 10mila cattolici.


Paolo Motta è nato a Sermide il 6 gennaio 1966. All’età di sei anni si è trasferito a San Giorgio con la mamma Paola e la sorella Federica. Studia alle scuole locali e si diploma perito elettronico all’Itis di Mantova. Nel frattempo frequenta al Conservatorio il corso di composizione musicale. Durante il servizio civile alla Caritas diocesana conosce la Comunità Missionaria di Villaregia in occasione della prima "settimana missionaria" nella parrocchia di San Giorgio. per lui è una chiamata e l’estate successiva trascorre le ferie al campo di lavoro a Villaregia di Porto Viro. Lì capisce la sua strada. Lascia il lavoro che nel frattempo ha trovato e gli studi musicali, entra in comunità il 23 settembre 1987. Cinque anni dopo riceve a San Giorgio il crocifisso, simbolo dell’inizio del ministero della sua scelta di fede. Terminati i primi studi di Teologia a Padova e la licenza in Ecumenismo a Venezia, viene ordinato sacerdote il 4 maggio 1996. Dopo tre anni a San Giorgio saluta la sua parrocchia per la sua prima missione in Africa che lo vedrà dal 2000 al 2005 nella comunità di Yopougon in Costa d’Avorio. Rientrato a Villaregia per un’attività di coordinamento, oggi è pronto a ripartire.


E come 18 anni fa è stata la parrocchia di San Giorgio che gli ha dato il viatico, il 30 aprile nel corso della celebrazione domenicale alla quale, oltre al parroco don Gianni Grandi, era presente il direttore del centro missionario diocesano, don Gianfranco Magalini. «Un momento bello e commovente nel quale mi sono sentito circondato dall’affetto di tante persone che ho conosciuto sin dall’infanzia - ha detto padre Paolo - Ho sentito nel cuore che non vado in Africa da solo, ma inviato dalla chiesa di Mantova».
Francesco Romani

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista