Quotidiani locali

mantova

Studiare l’arte. Il museo diventa aula scolastica 

Coinvolti 200 alunni della Rodari, dell’Ardigò e della Nievo. Gli elaborati dei ragazzi resteranno al Te fino a domenica 

MANTOVA. Sensibilizzare gli alunni alla conservazione e alla valorizzazione del patrimonio artistico e culturale della città non solo con la lezione ma attraverso una metodologia più ampia rendendoli protagonisti attivi del loro apprendimento.

Duecento bambini studiano l'arte a Palazzo Te Sensibilizzare gli alunni alla conservazione e alla valorizzazione del patrimonio artistico e culturale della città non solo con la lezione ma attraverso una metodologia più ampia rendendoli protagonisti attivi del loro apprendimento.Si tratta del progetto d'istituto del Comprensivo Mantova 2 "A scuola nel museo-territorio", giunto quest'anno alla diciannovesima edizione, realizzato in collaborazione con il Comune, il museo civico di Palazzo Te e l'associazione "amici di Palazzo Te" e dei musei mantovani", presentati nel cortile di Palazzo Te attraverso lezioni storico-artistiche nel museo e attività laboratoriali di ceramica, musica, danza e teatro. L'iniziativa ha visto coinvolti circa 200 ragazzi della scuola dell'infanzia "Gianni Rodari" e delle primarie "Roberto Ardigò" e "Ippolito Nievo". (video Fuscati)

Si tratta del progetto d'istituto del Comprensivo Mantova 2 "A scuola nel museo-territorio", giunto quest'anno alla diciannovesima edizione, realizzato in collaborazione con il Comune, il museo civico di Palazzo Te e l'associazione "amici di Palazzo Te" e dei musei mantovani", presentati nel cortile di Palazzo Te attraverso lezioni storico-artistiche nel museo e attività laboratoriali di ceramica, musica, danza e teatro.
L'iniziativa ha visto coinvolti circa 200 ragazzi della scuola dell'infanzia "Gianni Rodari" e delle primarie "Roberto Ardigò" e "Ippolito Nievo".

La presentazione del progetto, a cui erano presenti la responsabile Lorella Pavesi, il dirigente scolastico Antonella Dall'Oglio, il direttore dei musei civici Stefano Benetti e l'assessore comunale all'istruzione Marianna Pavesi, è stata accompagnata da alcune performance musicali, ovvero due brani musicali del '500 a cura delle classi 1A, 1B, 1C, 4A e 4C accompagnati da alcuni musicisti con flauto, cembalo e liuto, un breve brano didattico a cura delle classi 4A e 4C della "Nievo" e una Trisonata di Antonio Vivaldi.
Dopo le esibizioni si sono potuti vedere gli elaborati dei ragazzi, che resteranno esposti nelle sale del museo fino a domenica 28 e che si potranno visitare dalle 9 alle 18.30, e la performance "chiacchiere di storia, di notte al museo" a cura della 3A della Nievo.
Domani pomeriggio alle 18.45 si potrà assistere alla piece "il banchetto va in scena: l'arte del riceve alla corte dei Gonzaga" della 4C della Nievo mentre nelle mattine del 26 e 27 la 5A Nievo e 5B Ardigò accompagneranno i turisti in visita a Palazzo Te.
Luca Scattolini

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista