Quotidiani locali

commento

Elezioni comunali 2017, bilancio e scenari: il Pd vince in otto Comuni su 10

Centrodestra ok solo a Castiglione. La Forattini e Carra esultano: "Un ottimo risultato, la Lega è la grande sconfitta di queste elezioni". Baroni: "Partivamo in svantaggio". E il leghista Carra punge Fava

MANTOVA. Sei poltrone di sindaco confermate (tra cui quella di Bozzolo, Comune simbolo, passata attraverso mille traversìe), due strappate al centrodestra (Goito e Villimpenta) e una persa (Castellucchio) a favore del centro moderato. In dieci Comuni. Più un ballottaggio a Castiglione, il Comune più importante in palio. La tornata elettorale amministrativa si è chiusa alla grande, in generale, per il centro sinistra e, in particolare, per il Pd, che può legittimamente cantare vittoria.

La tabella riassuntiva dei risultati...
La tabella riassuntiva dei risultati nel Mantovano


A far felice la segreteria di via da Schivenoglia sono i successi a Bozzolo, Moglia e Goito dove la vittoria era ritenuta più a rischio, mentre c’è qualche apprensione su Castiglione delle Stiviere, dove il sindaco uscente Novellini, sostenuto dal Pd, andrà al ballottaggio con Volpi del centrodestra ma, numeri alla mano, da una posizione di debolezza (lo svantaggio è di quasi 16 punti). Insomma, un anno dopo è stato ribaltato lo scenario delle amministrative 2016, quando il Pd subì una brutta sconfitta e il centrodestra conquistò 7 sindaci su 8. Buone notizie in vista del 2018, quando si concentreranno Politiche e Regionali.

«Siamo molto soddisfatti per il risultato ottenuto - dice la segretaria provinciale Antonella Forattini - È la dimostrazione che puntare su persone competenti e di spessore e su progetti credibili, paga». Tra i candidati sostenuti dal Pd «vincitori o al ballottaggio in 9 Comuni su 10 - aggiunge - fa piacere la vittoria di Simona Maretti che in campagna elettorale ha subìto attacchi scorretti; i cittadini, però, hanno capito e le hanno dato fiducia». Un pensiero a chi non ce l’ha fatta: «Dispiace per Billo a Castellucchio: qui il centrosinistra si è presentato diviso e ne ha pagato le conseguenze. Sarà necessaria una riflessione». Così come sarà necessario prepararsi al ballottaggio di Castiglione: «La partita è aperta - dice la Forattini nonostante il distacco dal candidato del centrodestra - Inizieremo subito il dialogo per costruire alleanze solide».

leggi anche:

La proclamazione di Avanzini sindaco a Villimpenta

Elezioni comunali 2017: tutti i risultati del Mantovano e le interviste

Tutti i vincitori delle elezioni amministrative nei 10 comuni mantovani. Tra 15 giorni Castiglione vedrà di nuovo la sfida Novellini-Volpi. Maretti al fotofinish a Moglia: vince per 33 voti. Bortesi primo sindaco della storia di Sermide e Felonica. Bozzolo sceglie Torchio.Baruffaldi confermato a Pomponesco. Avanzini è il nuovo primo cittadino di Villimpenta. A San Giovanni resta la Zibordi. Contesini cala il tris a Gazzuolo. Chiaventi trionfa a Goito. Volata di Monicelli a Castellucchio. Affluenza ferma al 60,57%

Prima di tutto bisognerà conquistare la fiducia del moderato Finadri che ha in dote un bel 10% di voti. La segretaria rivolge un pensiero agli avversari politici: «La vera sconfitto è la Lega che, nonostante il forte impegno dei big regionali, esce molto ridimensionata». Sul Carroccio si sofferma anche il deputato Marco Carra, «felice per lo straordinario risultato ottenuto»: «Abbiamo fermato la presunta ondata leghista dell’Oglio Po dove hanno mobilitato l’intera giunta regionale portando a casa un pugno di mosche. È finita l’epoca delle passerelle, la gente vota le persone di cui si fida». «E ora via col ballottaggio a Castiglione, una nuova partita tutta da giocare; qui mettiamo in campo il buon governo di Novellini e le liste amiche di ispirazione del centrosinistra: la strada da seguire è l’unità del centrosinistra nelle sue varie espressioni». Questa è la lezione da tenere a mente anche per gli appuntamenti elettorali del 2018: «Non è un caso - sottolinea Carra - che in Italia siamo andati meglio del previsto perché ci siamo presentati con una coalizione».

Elezioni comunali 2017: l'editoriale a caldo del direttore Paolo Boldrini L'analisi del direttore Paolo Boldrini sui risultati delle Elezioni amministrative 2017 nei 10 Comuni del Mantovano, pochi minuti dopo la chiusura del giornale.

Per il centrodestra, sconfitto alle amministrative, il vantaggio conseguito a Castiglione in vista del ballottaggio diventa la linea del Piave da difendere a tutti i costi. «Questa sera (lunedì sera, ndr) ci riuniremo per preparare la battaglia - dice la coordinatrice provinciale di Forza Italia Anna Lisa Baroni - L’appuntamento è tra 15 giorni e saremo pronti». Ammette la sconfitta: «Le cose non sono andate bene. L’anno scorso avevamo fatto nostri Comuni come Curtatone, San Benedetto e Marcaria e mantenuto Poggio. Quest’anno, però, nessuno dei Comuni in lizza era già nostro e, quindi, non avevamo il vantaggio del sindaco uscente». Ci sono, però, sconfitte e sconfitte: «A Moglia Bavutti ha perso solo per 30 voti, mentre a Bozzolo il risultato è stato negativo: è tornato Torchio, che non è un bravo amministratore, e noi faremo opposizione senza sconti».

A Bozzolo, nell’Oglio Po, si attendeva l’effetto trascinamento della Lega, che non c’è stato: «La lezione che arriva da queste elezioni è che senza di noi il centrodestra non vince - dice la Baroni -. L’unione è la nostra forza come a Castiglione, dove ci si spacca si perde».

leggi anche:

Non esita a parlare di «débacle» il segretario provinciale della Lega Antonio Carra. «Siamo andati male nell’Oglio Po e nella Bassa dove, evidentemente, non abbiamo lavorato con anima e corpo come abbiamo fatto nell’Alto Mantovano. Servirà fare un’analisi approfondita di quanto è accaduto a Bozzolo e a Pomponesco, terra del nostro assessore regionale all’agricoltura, dove ci aspettavamo di più». Un’accusa a Fava per la sconfitta? «Non do colpe a nessuno - precisa il segretario - ma dovremo fare delle considerazioni dal punto di vista politico e strutturale in direttivo». Intanto, c’è già una prima conseguenza del passaggio a vuoto: «A Bozzolo - annuncia Carra - si è dimesso il commissario della sezione, Loatelli. Aggiungo che a San Giovanni del Dosso, paese difficile da conquistare, il nostro candidato Carnevali ha ottenuto il 26%: dove si lavora e si suda i risultati si vedono» è il mantra. E adesso?: «Dobbiamo conquistare Castiglione e sono certo che con Volpi ce la faremo». Un ultimo pensiero «ai nostri ragazzi di Goito; era gente preparata, ma il voto non l’ha premiata».

Gianni Fava ammette il «deludente risultato ottenuto», ma non si sente responsabile: «Poi - dice - se qualcuno prende a pretesto la sconfitta per prendersela con me, faccia pure, ci sono abituato. Cosa vuol dire che abbiamo perso nell’Oglio Po? La sconfitta di Bozzolo pesa di più di quella di Goito? E quando nell’Oglio Po abbiamo vinto? Il segretario provinciale non sono io e le colpe non possono essere solo mie e i meriti collettivi». Al di là di tutto, per Fava «il voto ha premiato chi ha amministrato bene e ha candidato uomini di partito. Il risultato per noi è deludente, ma il centrosinistra governava ed è tornato a governare, mentre ha perso Castellucchio e preso Goito. Piuttosto, concentriamoci su Castiglione dove Volpi può farcela. Mi sembra, invece, che ci sia qualcuno più interessato a fare le pulci».

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista