Quotidiani locali

La stagione musicale estiva

Ai concerti non oltre 8.800 persone

Piazza Sordello più sicura. E il sindaco ribatte agli attacchi sugli eventi estivi

«Questa estate Mantova sarà una delle più importanti piazze italiane per i concerti». Per replicare alle accuse della minoranza sugli eccessivi costi per il Comune di «Mantova Arte&Musica» (250mila euro concessi come contributo all’agenzia organizzatrice Inside out agency) il sindaco Mattia Palazzi mette sul tavolo gli eventi in programma: «Si parte il 14 luglio con la data unica italiana di Elton John. Verranno da tutta Italia e dall’estero, ci saranno le più importanti testate televisive e della carta stampata d’Italia. Poi avanti con Sting, Alvaro Soler, Planet Funk, Baustelle, Samuel, Luci della Centrale Elettrica e Ermal Meta. Un investimento privato di 1 milione e 300 mila euro. Il Comune partecipa con 155 mila euro, sui servizi di allestimento piazza. La Regione Lombardia con 50 mila euro. Il presidente Maroni ha capito al volo che fare in Lombardia l'unica data italiana di Elton John era un'occasione da non perdere».

E aggiunge: «A Mantova non succedeva da decenni che i privati investissero una cifra così importante sui concerti. Segno che l'aumento turistico e di visibilità della città di questi due anni ha prodotto più fiducia. Gli alberghi sono già pieni, e sono stati venduti circa 15 mila biglietti per le prime due date. L'economia indotta sulla città sarà almeno dieci volte superiore a quanto messo dal Comune. Eppure Forza Italia e grillini ancora una volta attaccano ciò che è utile e positivo per la città».

La minoranze avevano accusato Inside out agency di avere il monopolio dei concerti a Mantova: «Non è vero - replica il sindaco - si fanno concerti con vari operatori. L’anno scorso, per esempio, il concerto di Battiato, è stato organizzato da Massignan di Verona, che ne aveva l’esclusiva». Quanto alla gara pubblica invocata dalle opposizioni per avere vari pacchetti tra cui scegliere, «nel momento in cui ci sono delle esclusive non esistono le gare. Dovrebbero saperlo bene quelli del centrodestra visto che hanno organizzato tanti concerti con Tonghini».

Sul fronte della sicurezza in piazza Sordello, dopo i fatti di Torino («sindaco Appendino, Cinquestelle» rimarca Palazzi), «la piazza - dice Occhiato di Inside out agency - dovrebbe essere agibile per 8.800 persone, ma si deciderà venerdì nel sesto e ultimo incontro in Prefettura». Ci si muove nel rispetto del decreto Minniti e, quindi, «ci saranno spazi di fuga e corridoi per evitare resse improvvise. Tutte le persone saranno perquisite. Insomma - conclude Occhiato - la piazza sarà estremamente sicura».
 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

SPEDIZIONI FREE

Stampare un libro, ecco come risparmiare