Quotidiani locali

festa al boschetto 

Gori: per vincere in Regione  il Pd deve cercare degli alleati

La sfida per il governo della Regione Lombardia si avvicina e il Pd si prepara a una competizione che appare, ora più che mai, alla portata. Se ne è parlato sabato alla Festa provinciale del Pd

MANTOVA. La sfida per il governo della Regione Lombardia si avvicina e il Pd si prepara a una competizione che appare, ora più che mai, alla portata. Se ne è parlato sabato alla Festa provinciale del Pd al Boschetto, insieme al sindaco di Bergamo Giorgio Gori, al collega di Mantova Mattia Palazzi e ai segretari regionale e provinciale del Pd Alessandro Alfieri e Antonella Forattini. L'obiettivo è riportare, dopo 25 anni, un governo di centrosinistra al Pirellone.

La ricetta che inizia a delinearsi è quella di una Lombardia non Milano-centrica, innovativa, internazionale e che si ispiri al lavoro che stanno portando avanti le amministrazioni locali, come quelle di Mantova e Bergamo. «Per la prima volta il centrosinistra può farcela perché abbiamo una base di amministratori locali che ha dimostrato di lavorare bene. Ma non bisognerà ripetere l'errore fatto in passato di non coinvolgere abbastanza i territori» ha detto Alfieri.

«Con le ultime amministrative abbiamo dimostrato che le possibilità ci sono - ha affermato la Forattini - nel suo territorio, la Lega ha preso una batosta e i progetti proposti dal centrosinistra si sono confermati concreti e credibili». «La visione della Lombardia non può essere concentrata solo su Milano, ma come regione deve essere in grado di confrontarsi con le grandi aree d'Europa, come quelle di Londra, Parigi e Stoccarda» ha aggiunto Gori, che ha indicato i due binari fondamentali su cui puntare: «Un vero sviluppo, incentrato su industria 4.0, ricerca e formazione e più solidarietà e sostegno ai più fragili, aspetto ignorato da Maroni».

La Regione che verrà, per Palazzi, dovrà ascoltare di più i territori e sostenerli: «La nostra priorità sono le infrastrutture: la nostra tangenziale sud-est è ostaggio dell'iter bloccato della Mantova-Cremona. Poi c'è il nodo delle ferrovie. Su questi temi il supporto della Regione non è stato sufficiente». Quindi uno sguardo anche alle possibili alleanze: «O portiamo con noi - ha detto Gori - tutto ciò che sta a sinistra e leggermente a destra del Pd, coinvolgendo anche le esperienze civiche o non vinceremo».
 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

SPEDIZIONI FREE

Stampare un libro, ecco come risparmiare