Quotidiani locali

suzzara

Deraglia un treno merci, ferrovia ko  

Suzzara. Tre vagoni si sono piegati sulla massicciata vicino al passaggio a livello di via Perticate. Treni soppressi e disagi

SUZZARA. Tre vagoni in coda ad un convoglio merci che trasportava coils destinati alla Padana Tubi di Guastalla, sono deragliati e si sono piegati sulla massicciata nei pressi del passaggio a livello di via Perticate-Dino Villani, la strada che scorre parallela alla linea ferroviaria Suzzara-Ferrara gestita da Tper. L’incidente è avvenuto poco dopo le 15 del 6 luglio.

L’ipotesi più probabile è che il deragliamento sia stato causato da un lato, dal forte calore che dilata i binari e dall’altro per il cedimento della massicciata anche a causa del peso dei vagoni. Potrebbe forse anche essere stato causato da uno spostamento del carico. Ogni carro trasporta cinque coils del peso di 30 quintali per un totale di 150 quintali, senza poi contare il peso del vagone di circa 25 quintali. Il macchinista nell’affrontare il tratto di ferrovia che costeggia lo stabilimento Iveco, ripartito dopo lo stop al semaforo, arrivato sulla curva che poi immette sul binario verso la stazione Fs di Suzzara, ha sentito che la motrice non andava più avanti e che non riusciva a “tirare” il convoglio. Così il macchinista è sceso ed è andato a controllare cosa fosse successo. È stato in quel momento che si è accorto che tre vagoni si erano piegati sul lato sinistro verso la recinzione dello stabilimento Iveco. Per fortuna non ci sono stati feriti.

Se i vagoni si fossero rovesciati verso la strada o le case che costeggiano la ferrovia sarebbe stata una tragedia. Oltre a dare l’allarme, il macchinista ha provveduto a staccare il quartultimo vagone, rimasto dritto sui binari, a cui erano attaccati gli altri tre carri rovesciati. Sul posto sono giunti operai inviati dalla Fer che hanno effettuato un sopralluogo per cercare di capire le cause del deragliamento oltre a predisporre un piano per recuperare i vagoni e ripristinare la linea ferroviaria. Il fatto ha attirato anche parecchi curiosi che hanno ripreso la scena con i loro telefonini. Addirittura, alcuni automobilisti, dal loro posto di guida, si fermavano per scattare foto o fare video. È stata chiamata anche una ditta specializzata che è arrivata sul luogo del deragliamento con una speciale gru per recuperare i pesanti coils e rimettere in sesto, per quanto possibile, i tre vagoni. Operazione che ha richiesto parecchie ore di lavoro e la chiusura di via Perticate – Dino Villani con deviazioni segnalate in loco anche per gli stessi residenti.

Alcuni treni della linea Suzzara-Ferrara sono stati soppressi per altri è stata disposta la fermata alla stazione di Pegognaga con l’ istituzione di un servizio autobus sostitutivo per la tratta Suzzara-Pegognaga. I lavori si sono protratti per tutta la notte anche con l’utilizzo di cellule fotoelettriche. Prima di riaprire la linea Suzzara-Ferrara i tecnici della Fer verificheranno la staticità dei binari. I treni che già devono rispettare il limite dei 70 km/h per motivi di sicurezza dovranno percorrere la tratta a velocità ridotta. Non è la prima volta che sulle linee Fer avvengono deragliamenti. Nel gennaio 2015 una locomotiva G2000 partita dallo scalo di Dinazzo Po aveva urtato un paraurti in cemento e si era piegata su un fianco all’altezza del passaggio a livello.

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro