Quotidiani locali

IL CONCERTONE

Con Radio Bruno Estate
balla tutta piazza Sordello

Da L’Aura a Lele passando per Thomas e Fabri Fibra: successo di pubblico

MANTOVA. Una selva di facce bellissime, ragazzine, di 12 e 13 anni, la meglio gioventù di Mantova. E anche bambini e genitori giovani, e ventenni. Tutti affacciati alla transenna che divide dal grande palco di Radio Bruno Estate 2017 in piazza Sordello. La piazza di Elton John  la sera di venerdì 14 luglio ha dato spazio ai cantanti italiani amati dagli adolescenti, per arrivare fino a Marco Masini e Paolo Belli. Fabri Fibra non è una new entry, ma grazie alle anticipazioni dell'ultimo album è diventato un beniamino anche di chi è nato nel nuovo millennio. I figli del Duemila si sono organizzati e prima delle 18 erano già al voltone per entrare in piazza Sordello.

«Una ragazza di noi con il pennarello metteva il numero sulla mano per registrare l'ordine di arrivo». Ed è stato rispettato? «Non proprio, ma va bene lo stesso». Ed ecco le preferenze. In testa Thomas, più d’una dice «lo adoro!». Per Thomas votano Aurora, 12 anni, Sara di 13, Rossella 13, Azzurra 13, un’altra Sara 13. Per lui anche Wissan che in settembre andrà al Mantegna. I suoi vengono dal Marocco, lei è nata in Italia, porta il velo. Le interessa la legge sullo Ius soli? «No, meglio il concerto». Alla sua età bisogna divertirsi tutti insieme. Siamo in piena estate. C'è anche il Gabry Ponte FanClub con tanto di cartello e gruppo Facebook.

Passiamo ai più piccoli. Francesco di 5 anni vuole vedere Thomas, come Alessia di 7, mentre la sorella Nancy di 9 vuole anche Baby K. La cantante nata a Singapore riceve molti consensi. Sara, 14 anni, è qui per Fabri Fibra, Alice di 11 è per Fred De Palma. Ma c'è chi si sporge avanti per gridare Alessio Bernabei, e altri Francesco Sarcina, L'Aura, Lele. Ormai il cielo sta diventando buio, la musica è cominciata con Giulia Caproli e Matteo Camellini e i presentatori Barbara e Leonello scaldano il pubblico che sventola bastoni gialli, ovviamente leggerissimi con la scritta Radio Bruno.

La piazza si è riempita. La bella Alessia Ventura e il giovane Enzo Ferrari, che porta con allegria un nome così impegnativo, aprono lo show. Urli dalla piazza per accogliere Fred De Palma con Adios che anticipa il suo nuovo album Hanglover che uscirà a settembre. Bravissima, piace molto L'Aura, cantante e compositrice, bresciana neomamma. Dal vivo sa tenere il palco con qualità. Proprio questo attira così tanto dei Radio Bruno Estate, la possibilità di vedere e ascoltare dal vivo tanti cantanti e magari scommettere che diventeranno famosissimi.

Del resto è successo con Malika Ayane. Un conto è vedere un cantante in televisione, magari ad Amici. O ascoltarlo alla radio. Dal vivo è diverso, non è facile, ma chi ha davvero stoffa riesce a farsi notare. Ed ecco da Amici e Sanremo: «Lele!» sale l'urlo. Giovane, col ciuffo sulla testa rasata, sa muoversi, ma la scuola-talent si nota ancora troppo. Riceve comunque molti applausi per Così com'è e Ora mai. Arriva il fatidico lancio dei gadget. E poi Marco Masini. Vinse le Nuove Proposte di Sanremo nel 1990 e poi tra i big nel 2004. Torna sul palco con Radio Bruno ed è un trionfo. Quel bagno di folla che da carica agli artisti. Propone Spostato di un secondo, Tu non esisti e un medley al pianoforte. Una serata di festa in una piazza che in questo mese è il centro del mondo della musica.

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista