Quotidiani locali

viadana 

Nonno Leo giù dal Baldo in parapendio

VIADANA. Nonno Leo ha colpito ancora. Sabato a mezzogiorno, il 77enne Leonardo Flisi si è lanciato col parapendio dal Monte Baldo, sul lago di Garda. All’evento hanno assistito il figlio Michele con...

VIADANA. Nonno Leo ha colpito ancora. Sabato a mezzogiorno, il 77enne Leonardo Flisi si è lanciato col parapendio dal Monte Baldo, sul lago di Garda. All’evento hanno assistito il figlio Michele con la nuova Carla e i nipoti, che hanno documentato la sfida con una diretta Facebook. Nei giorni scorsi, con un post sui social, era stato lo stesso Flisi a invitare gli amici a seguirne l’impresa. «Non ho più le soddisfazioni di quando servivo l’amaro Gambarotta a Romano al sòp – spiegava il pensionato, con riferimento al suo passato da barista – e sto cercando nuove emozioni. Mio figlio mi ha detto: “So che ce la farai” e questo mi basta. Non ho paura». Sabato in mattinata, la telefonata per verificare la situazione meteo, lo spostamento in auto a Malcesine, l’ascesa a quota 1800 metri in cabinovia e quindi il lancio con un istruttore. Il volo si è completato in pochi minuti, e l’atterraggio è stato su un prato senza problemi. Nei mesi scorsi, Flisi era già balzato agli onori delle cronache per aver realizzato, assieme ad amici, una goliardica rivisitazione, completamente in dialetto viadanese, della famosa burla di Totò: la vendita della fontana di Trevi era divenuta la vendita della discussa fontana di piazza Manzoni, nel centro di Viadana. Flisi è da decenni uno dei principali animatori della vita sociale cittadina: non solo come barista, ma anche come insegnante di ballo, presentatore e intrattenitore radiofonico. In gioventù fu anche atleta di discreto valore, stabilendo nel 1962 il record provinciale di 3200 punti nella disciplina del decathlon moderno. (r.n.)



TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro