Quotidiani locali

mantova

Città Unesco e scavi archeologici. La Regione finanzia tre progetti

Il bando premia il sito neolitico di Monzambano, quello etrusco di Bagnolo e le mura di Sabbioneta. In tutto sono meno di 100mila euro. «Serviranno per valorizzare i territori e renderli più attrattivi»  

MANTOVA. I siti Unesco e le aree archeologiche. Sono tre i progetti mantovani, dei ventitré finanziati in tutta la Lombardia, per i quali la Regione ha stanziato poco meno di 100mila euro. I progetti riguardano il sito neolitico di Tosina, a Monzambano, il sito archeologico del Forcello a Bagnolo e il centro storico di Sabbioneta. «Puntiamo alla valorizzare e promuovere i territori per renderli più attrattivi – ha detto l'assessore regionale alle culture, identità e autonomie Cristina Cappellini annunciando le graduatorie del bando.

Ed ecco nel dettaglio i progetti finanziati nel Mantovano. Il primo è stato intitolato “Valorizzazione della preistoria dell'Alto Mantovano: cultura, economia, ambiente e relazioni interregionali a Tosina”, presentato dall’associazione Amici di Castellaro. Il contributo e di 49mila euro. Il sito di Tosina, un abitato neolitico del V-IV millennio a.C., è ubicato nelle colline moreniche a sud del Lago di Garda e si sviluppa su un basso rilievo collinare affacciato su aree un tempo paludose. Obiettivi del progetto: il completamento dell'indagine di scavo, oggetto di campagne di ricerca dal 2007, la conclusione delle indagini paleobotaniche e paleontologiche, la catalogazione dei reperti delle ultime ricerche e una divulgazione dei dati a cittadini, scuole e studenti universitari.



È stato finanziato con 24mila euro il progetto del Comune di Bagnolo San Vito destinato al parco archeologico del Forcello “Comunicare l'invisibile. Valorizzazione ed edutainment”. Il Forcello sorge sui resti di un sito etrusco, il primo scoperto a nord del Po. Dal 1981 a oggi gli scavi dell'Università di Milano hanno portato alla luce una piccola porzione dell’abitato. I progetti negli ultimi anni hanno puntato a facilitare la comprensione da parte dei visitatori, fornendo informazioni aggiornate al proseguo delle ricerche archeologiche. Il progetto prevede la realizzazione di un video in 3D sull'evoluzione del sito dalla fondazione (attorno al 540 a.C.) all’abbandono, all'inizio del IV sec. a.C., l'aggiornamento della pannellistica, l’integrazione dei contenuti con quelli dei dispositivi Bluetooth, l'installazione di mappe tattili per non vedenti.

Infine la Regione ha stanziato 26mila euro per il progetto del Comune di Sabbioneta “Oltre#mura: rivelare, raccontare, condividere il patrimonio culturale di Sabbioneta”. L'insediamento storico di Sabbioneta, riformato da Vespasiano Gonzaga secondo il modello umanistico della città ideale nella seconda metà del Cinquecento. Il progetto propone percorsi di coinvolgimento della comunità locale, che in prima persona si prenderà cura delle mura giocando, educando, facendo esperienza del patrimonio. «In questo modo – spiega una nota – si incrementerà il senso di appartenenza e identità sociale, e si contribuirà alla diffusione di una memoria storica».


 

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista