Quotidiani locali

meteo 

Termometri giù 10 gradi: ma sole anche a Ferragosto

Colonnina di mercurio giù di 10 gradi secchi nel Mantovano. Un’anomalia che ha consentito di rifiatare un po’ in questa che si sta mantenendo una delle estati più calde degli ultimi decenni

MANTOVA. Colonnina di mercurio giù di 10 gradi secchi nel Mantovano. Un’anomalia che ha consentito di rifiatare un po’ in questa che si sta mantenendo una delle estati più calde degli ultimi decenni e che si gioca il record con il famoso 2003. Ieri mattina la pianura si è risvegliata con temperature inferiori ai 15 gradi e con qualche grado in meno addirittura nel Medio Mantovano (13.9 fra Rodigo, Canicossa e sino a Bozzolo con Piubega a 14.1) e superiori solo nella Bassa (15.2 a Sermide e San Bendetto Po). Anche le massime sono crollate di un’analoga decina rimanendo pressoché dovunque sotto i 30 gradi con l’eccezione della stazione meteo di Canicossa. Appena una settimana fa, sabato 5, si era eguagliato il record assoluto di caldo a Mantova con 39.8 gradi di massima e con minime che non sono scese sotto i 25-26 gradi.

Una situazione destinata a tornare nelle medie stagionali entro la settimana entrante, come spiega Marco Giazzi, di Meteo Network. «Per Ferragosto avremo temperature leggermente in salita rispetto alle attuali, ma sempre contenute. Non pioverà e solo fra il 15 e il 17 agosto si potranno raggiungere i 33-34 gradi di massima. A fine settimana il tempo potrebbe “rompersi” con l’irruzione di aria più fresca che porterà ad un nuovo abbassamento della temperatura accompagnata, probabilmente, anche da piogge».

Non esclusi anche fenomeni temporaleschi isolati dovuti alla eccezionale ondata di calore che perdura ormai da due mesi sulla nostra provincia. Le piogge, se arriveranno, potrebbero dare ristoro alle campagne dove la siccità è stata contrastata efficacemente solo con le costose irrigazioni artificiali.

«L’importante sarebbe una pioggia diffusa e non estremamente concentrata – conclude Giazzi – basti pensare che dei 300 millimetri sinora caduti a Mantova un terzo è attribuibile a tre temporali. Fenomeni così concentrati che non portano ristoro perché l’acqua scorre via velocemente e finisce subito nei tombini o nei fossi».(fr.r.)
 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista