Quotidiani locali

il lutto

Addio all'industriale Romano Freddi, aveva 88 anni

Tra i più illustri imprenditori mantovani, amante dell'arte e del calcio, ha donato una sua collezione di opere d'arte a Palazzo Ducale ed è stato presidente del Mantova in due occasioni. Funerali il 26 agosto in Duomo

MANTOVA. E' morto questa mattina (25 agosto) l'industriale mantovano Romano Freddi. L'imprenditore, e grande collezionista d'arte, aveva 88 anni.

Freddi era nato a San Giorgio di Mantova il 18 Marzo 1929, ed ha fondato l’omonimo gruppo alimentare di cui fanno parte le aziende Mantua SurgelatiBustaffa, Columbus ed Effegi Service.

Mantova, inaugurazione della Collezione Freddi con il ministro Franceschini Il ministro Franceschini visita la Collezione Freddi insieme all'imprenditore Romano Freddi che ha donato le opere alla città. LEGGI L'ARTICOLO

Freddi è stato un self made man che ha iniziato la propria attività negli anni ’60 producendo le tipiche schiacciatine mantovane e che è arrivato nel tempo a ricoprire un ruolo di primo piano nell’imprenditoria italiana, a capo di un gruppo composto da aziende di alimenti tipici italiani.

Freddi si può considerare il "padre" delle pizze surgelate. Iniziò la sua carriera imprenditoriale, infatti, producendo artigianalmente, sempre a Mantova, delle pizzette al pomodoro e formaggio. Per evitare che queste pizzette ammuffissero nel corso dei giorni, le congelava in uno dei primi congelatori domestici in uso negli anni sessanta, arrivando a produrre di fatto delle pizze surgelate. Questa operazione di congelamento risulterà vincente per il futuro dell’attività imprenditoriale di Romano Freddi, dato che queste pizzette surgelate piacquero moltissimo a quello che poi diventerà il primo cliente di Freddi ovvero August Oetker, fondatore di Cameo.

Mantua Surgelati fu fondata nel 1968m quando costruì il primo stabilimento per la produzione di pizze surgelate nel paese in cui abitava, a San Silvestro.

Freddi fu anche presidente del Mantova Calcio per due volte, dalla metà degli anni Settanta al 1982 e dal '94 al Duemila, evitando la sparizione della squadra mantovana.

Alla passione per il calcio unì quella per l’arte, come testimonia la collezione di dipinti antichi che Romano Freddi accrebbe negli anni con bronzi, ceramiche e quadri di caratura mondiale quali Rubens, Mantegna, legati soprattutto alla Famiglia Gonzaga di Mantova. Freddi nel 2015 scelse di donare la sua collezione, affinché fosse a disposizione di tutti i mantovani, a Palazzo Ducale, in comodato per 10 anni.

Politicamente uomo di destra, Romano Freddi ha ricoperto a Mantova la carica di consigliere provinciale per il Msi e negli ultimi anni è stato vicino alla linea politica di Berlusconi.

I funerali si svolgeranno il 26 agosto alle 16 in Duomo.

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista