Quotidiani locali

Fusione dei tre Comuni Cartellino giallo da Milano

La Regione: «I promotori dovranno dare spazio anche al no, o l’iter è a rischio» Le serate informative a Revere, Pieve e Villa Poma previste da giovedì 14

REVERE. In consiglio comunale maggioranze ed opposizione avevano dato unanimemente il via alla richiesta di fondere i tre Comuni di Revere. Villa Poma e Pieve di Coriano. Ma questo monolitismo sembra recentemente essersi incrinato. Prima con le opposizioni che hanno apertamente contestato la decisione di posticipare a dopo il referendum del 22 di ottobre, se passerà il sì, la nascita del nuovo Statuto. Poi con la nascita di un “Comitato del no” che ieri si è recato in regione per presentare le proprie doglianze. «Le presentazioni che si terranno nei tre Comuni a partire da giovedì 14 – spiegano i rappresentanti del no – non sono organizzate seguendo il criterio della par condicio, ma dalle amministrazioni, cioè i promotori del sì, mentre chi rappresenta il “no” è solo invitato a partecipare». Una asimmetria che la legge istitutiva delle fusioni non consente, prevedendo invece di mettere sullo stesso piano paritario le due posizioni.

«I rappresentanti del Comitato del no – spiega l’assessore regionale Gianni Fava – sono venuti qui in Regione ad illustrare la situazione che loro ritengono una palese violazione della parità di espressione. Ovviamente la Regione è il soggetto finale che decide in base all’esito del referendum. E a questo proposito ricordo che se anche in uno solo dei tre Comuni prevarrà il no, non procederemo alla fusione. In merito alla presunta violazione della par condicio, avvieremo una valutazione delle modalità di informazione al pubblico. Se ci saranno violazioni, non sarà ritenuto corretto l’iter. Solleciteremo per questo le tre amministrazioni a verificare con scrupolo il rispetto dei diritti delle due parti, chi sostiene la fusione e chi no affinché vi sia equità».

Francesco Romani

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista