Quotidiani locali

Appalto mense alla Cir Bagnolo strappa lo sconto

Asta da 670mila euro: da fornire 41mila pasti l’anno per scuola, anziani e poveri Laboratori di cucina per i genitori e una app. Agli indigenti il cibo non consumato

BAGNOLO SAN VITO. È stato provvisoriamente assegnato alla Cir di Reggio Emilia l’appalto per la ristorazione scolastica e sociale 2017-2021. Dopo il periodo di gestione della Copra ed i due anni-ponte gestiti dalla Dussmann, la situazione mense torna dunque nella normalità dei 4 anni di assegnazione. Un periodo sufficiente, assieme alla numerosità dei pasti, per far scattare un consistente sconto in fase di gara. Il singolo pasto è infatti passato dai 4,98 euro della gestione uscente ai 4,06 offerti da Cir, fra i più bassi in assoluto nel mantovano. Un ribasso che la giunta bagnolese è intenzionata a trasferire sugli utenti con l’abbassamento dei costi dei singoli pasti. Ora si dovrà attendere l’eventuale ricorso di una delle tre escluse (Dussmann, coop Csa, Sodexo Italia e coop sociale Speranza) prima di procedere all’assegnazione definitiva.

La gara si è svolta ad agosto ed è stata condotta privilegiando al 70% l’offerta qualitativamente migliore e al 30% quella economica e con l’ulteriore criterio del “confronto a coppie”, per verificare se la vincente potesse in qualche misura essere sorpassata su qualche singola voce da una delle tre escluse.

Oltre al consistente sconto, Cir si è anche impegnata sul piano qualitativo, convincendo la commissione presieduta da Ilaria Zaldini. Il centro cottura è posto alle scuole elementari e fornisce pasti alle stesse primarie, alle medie, al polo di San Biagio nonché ad anziani e bisognosi ai quali saranno anche destinati i pasti e derrate fresche non usate. «Il servizio – ricorda il sindaco Manuela Badalotti – è infatti di ristorazione scolastica e sociale. Dopo lo sconto sui rifiuti, ora stiamo studiando il meccanismo anche quello delle mense grazie al ribasso che ci ha offerto Cir. E ricordo che da noi il pagamento è spoticipato rispetto al servizio offerto»

Sul piano della qualità la società poi si è impegnata su più fronti. «Intanto le prenotazioni saranno online con la possibilità da parte degli operatori scolastici raccogliere su tablet le singole richieste. In più ci sarà un applicazione per smartphone e tablet attraverso la quale ogni genitore vedrà in diretta il proprio credito, i giorni di presenza e lo stesso menu del giorno». Parte consistente avrà l’attenzione per l’ecologia. «L’azienda costruirà pannelli solari sull’edificio mensa mentre userà una percentuale elevata di prodotti del territorio, biologici, a km zero o filiera corta». La mensa avrà infine funzione educativa e sociale. «Cir terrà corsi di educazione alimentare agli alunni, ma anche di estetica e lotta all’anoressia e bulimia ai più grandicelli mentre ai genitori saranno rivolte lezioni su mode alimentari, pubblicità e laboratori di cucina creativa».

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista