Quotidiani locali

L'ANNO SCOLASTICO

Prima campanella tra scuole tirate a nuovo e container

A cinque anni dal terremoto a Moglia e Poggio Rusco si ricomincia ancora nei container. A Mantova rinnovate le elementari Don Mazzolari e Martiri, e Suzzara brinda per la nuova ala della scuola di Arti e Mestieri. Ecco una panoramica della provincia

MANTOVA. Il suono della prima campanella scandisce l'addio definitivo alla spensieratezza estiva e sollecita a una ricognizione tra le scuole della provincia di Mantova, dove c'è chi festeggia nelle aule tirate a lucido e chi, invece, a cinque anni dal terremoto è ancora costretto a far lezione nei container. Ecco una panoramica, a partire proprio dai banchi nei prefabbricati.

Moglia. Per il quinto anno consecutivo i circa 170 studenti delle scuole medie di Moglia faranno lezione nel prefabbricato di via Lunga, mentre si stanno definendo le procedure per la progettazione della nuova scuola su due piani. Per l'edificio da ricostruire è già stato concesso un contributo parziale di 2,8 milioni sui fondi statali per la ricostruzione: il prossimo passo sarà l’approvazione del progetto esecutivo da parte della Regione.  

Per la palestra della scuola media è stato ultimato anche il progetto: ora l’affidamento dell’incarico di progettazione definitiva ed esecutiva delle opere. Per questo intervento la Regione ha riconosciuto un contributo di 570mila euro. 

Per i 230 alunni della scuola elementare Martini, riaperta nel 2016 dopo i lavori di ristrutturazione, il nuovo anno scolastico è iniziato senza problemi. Nel corso dell'estate il Comune ha provveduto a tinteggiare le pareti della scuola dell'infanzia Rodari e della Collodi di Bondanello (23mila euro). Alla materna e all'asilo nido Zucchero Filato di Bondanello sono stati sostituiti i serramenti (26mila euro). Tirando le somme, a Moglia la campanella è suonata per 537 bambini/ragazzi, dalla scuola d'infanzia alle medie.
 
Poggio Rusco. Anche le classi delle elementari di Poggio Rusco sono divise tra i prefabbricati e l'edificio delle medie, mentre qualche giorno fa è stato presentato alla struttura commissariale il progetto della nuova scuola. Ad augurare un buon avvio d'anno (e di percorso) scolastico ai bambini di prima elementare sono stati il sindaco Fabio Zacchi e l'assessore all'istruzione Angela Prevedi, che hanno portato in regalo matite, gomme e temperini. Da tradizione, il 13 settembre è in programma la cerimonia ufficiali d'inagurazione dell'anno scolastico.
 
Ostiglia. Clima allegro ma orario ridotto per gli alunni delle scuole elementari e medie di Ostiglia, dove mancano ancora diversi insegnanti: morale, l'orario settimanale prevede quattro ore di lezioni giornaliere.  Umberto Resmi, il dirigente scolastico, sta attendendo l’autorizzazione per convocare nuovi insegnanti e spera che la situazione si sblocchi entro questa settimana. Anche il sindaco di Ostiglia, Valerio Primavori, ha fatto visita alle scuole.
 
Suzzara. Giornata storica per la scuola Arti e Mestieri Bertazzoni di Suzzara (al traguardo dei 140 anni), dov'è stata inaugurata la nuova ala che ospita aule e laboratori destinati agli operatori della ristorazione. Ma già dall'anno prossimo partirà anche il corso per sala e bar che disporrà di altre attrezzature all'avanguardia.  Al taglio del nastro erano presenti Giovanni Marani, presidente della Fondazione Arti e Mestieri, il direttore della scuola Alberto Ferrari, l'ex presidente Carlo Bondioli, il sindaco Ivan Ongari oltre ai progettisti dello studio Spinazzi e Benassi di Pegognaga, rappresentanti dell'associazionismo, del volontariato e delle istituzioni civili e militari. Poi il buffet preparato dagli aspiranti cuochi guidati dallo chef Fabio Bettegazzi
 
 
Prima campanella anche al comprensivo 1 Margherita Hack e al comprensivo 2 Il Milione dove si è insediato il nuovo dirigente reggente Giancarlo Gobbi Frattini. All'apertura del nuovo anno scolastico - sia per i remigini, sia per gli alunni della scuola primaria e gli studenti delle medie - non ha voluto mancare il sindaco Ivan Ongari.  A salutare alunni e docenti al comprensivo 1 c'era il vicesindaco Silvia Cavaletti. Anche alla Gonella e Marco Polo, dov'era presente l'assessore all'urbanistica Francesco Bianchi l'anno scolastico è partito senza intoppi, e così anche alla Anna Frank di Brusatasso alla Falcone di via Guido dove c'era Raffaella Zaldini, assessore alla scuola. A dare il benvenuto agli studenti dell'istituto Manzoni, l'assessore al welfare Alessandro Guastalli
 
Mantova. Un primo giorno di lezioni carico di emozione per i bambini delle elementari. E una festa speciale, nel comune capoluogo, per quelli della don Mazzolari e della Martiri di Belfiore che al loro rientro hanno trovato la scuola profondamente cambiata. Il sindaco Mattia Palazzi e gli assessori ai lavori pubblici Nicola Martinelli e all’istruzione Marianna Pavesi ieri mattina hanno accolto i bambini e inaugurato il nuovo volto della scuola di Valletta Valsecchi, prima di spostarsi alla Martiri in viale Gobio e alla Pomponazzo in via Porto.
 
 
Durante l’estate la don Mazzolari è stata completamente ristrutturata: sono stati rifatti il cappotto esterno e i serramenti, sostituite le porte e le finestre e infine sono stati ristrutturati i bagni e tinteggiati anche gli interni per rispecchiare i colori brillanti dell’esterno. Il cantiere è durato da luglio ad agosto e i lavori hanno richiesto un investimento di 765 mila euro. Ad accogliere sindaco e assessori, una folta schiera di bambini e genitori, le maestre e la preside Antonella Daoglio.
 
Il giro di saluti è proseguito alla Martiri di Belfiore, dove «è stato portato avanti un intervento importante per migliorare la luminosità degli ambienti della scuola e abbattere contemporaneamente i consumi di energia elettrica», spiega Martinelli. Un intervento da 110mila euro. A riprova di quanto sia necessaria un'attenzione continua attenzione, è emerso che da circa vent’anni la scuola è sprovvista di acqua calda (scorre solo in palestra). Il sindaco, sorpreso, ha risposto che si faranno al più presto tutte le verifiche del caso. La mattinata di inaugurazione si è conclusa alla scuola elementare Pomponazzo dove sono state regalate alle tre classi prime una piantina antismog di ficus benjamina per aula e una sacca da ginnastica e un segnalibro a ciascun alunno, un’iniziativa in collaborazione con Cir Food che ogni giorno porta i pasti nelle scuole.
 
Rodigo. Primo giorno di scuola all’insegna del colore per i remigini di Rodigo e Rivalta, dove per festeggiare la fase di passaggio dalle materne alle elementari, l’amministrazione comunale ha donato a tutti i bambini di prima uno zainetto ed un dizionario d’inglese illustrato. I ragazzini hanno ricevuto gli omaggi dalle mani del sindaco Gianni Chizzoni che, insieme all’assessore alla famiglia Patrizia Chiminazzo, ha visitato tutti i plessi del Comune. 
 
Asola. Il tour delle autorità in visita ai nuovi studenti delle classi prime dell’istituto superiore Falcone e ai remigini di Asola e Castelnuovo è iniziato all’auditorium dell’istituto comprensivo. Qui ad attendere e salutare i nuovi alunni in ingresso alle superiori c’erano il dirigente Giordano Pachera, il sindaco Raffaele Favalli, l’assessore alla cultura Luisa Genevini, il consigliere provinciale Francesca Zaltieri e il corpo docenti. Per l’anno scolastico 2018/19 il Falcone ha in programma un importante accorpamento con l’istituto superiore San Giovanni Bosco di Gazoldo degli Ippoliti per ampliare il piano dell’offerta formativa con gli indirizzi di studio professionale nell’area dell’agricoltura e dell’ospitalità alberghiera. 
 
In prospettiva si profila l'opportunità concreta di avviare un indirizzo di liceo scientifico sportivo e un istituto professionale commerciale-grafico-pubblicitario. Sindaco e assessore si sono quindi spostati alle elementari di Asola e Castelnuovo dove a ogni remigino hanno regalato materiale scolastico. Il sindaco ad ogni classe ha personalmente regalato un aquilone «perché questo è un simbolo colorato di libertà che vola alto, che vola oltre. Siate liberi anche voi e pensate a quei bambini meno fortunati che non sapranno mai cos’è la libertà».
 
Castiglione delle Stiviere. Partenza anticipata per elementari e medie dei comprensivi 1 e 2 di Castiglione delle Stiviere, che hanno inaugurato l'anno scolastico l'11 settembre, in modo da sfruttare il giorno guadagnato per eventuali ponti o impegni elettorali del prossimo anno. Prima campanella il 12 settembre, da copione, all'Istituto Gonzaga, dove ad accogliere gli studenti c'era il nuovo preside Luigi Maria Speranza e al Centro di formazione professionale ForMa. 
 
 
Guidizzolo. Anche  qui gli asili e le scuole elementari e medie hanno riaperto i battenti lunedì e il sindaco Stefano Meneghelli ha visitato tutte le scuole passando a salutare in ogni classe. Le scuole elementari della frazione di Birbesi hanno colto l’occasione per ringraziare l’amministrazione comunale con una targa realizzata dagli alunni e dalle alunne per la nuova giostra nel giardino della scuola.L’amministrazione ha incassato anche il plauso dei genitori per il dosso realizzato in prossimità dell’ingresso della scuola. Sempre il sindaco Meneghelli è stato invitato all’inaugurazione dell’anno scolastico al liceo artistico Dal Prato di Guidizzolo.

 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

LE GUIDE DE ILMIOLIBRO

Corso gratuito di scrittura: come nascono le storie