Quotidiani locali

viabilità

Piazza Virgiliana avrà nuovi posti auto blu

Sostituiranno quelli gratuiti attorno al parco. Fi denuncia: «Macchine sul prato lo scorso weekend»

MANTOVA. Ci saranno nuovi parcheggi a pagamento in piazza Virgiliana. Non sarà a breve, ma tutti i posti - oggi gratuiti - che fiancheggiano la siepe che delinea il perimetro del parco. Ne fa cenno l’assessore alla polizia locale, Iacopo Rebecchi, nell’ambito del ragionamento sui controlli di Aster su pass per la Ztl.

Per la verità, l’intenzione di mettere a pagamento i posti auto attorno al perimetro del parco risale ai tempi della conversione dei posti gratuiti nel grosso parcheggio della stessa piazza. Una decisione che segue la linea dell’amministrazione di incrementare il numero di posti a rotazione attorno al cuore della città.

«Ma in quel tratto - spiega Rebecchi - non è sufficiente sistemare il fondo stradale. Deve essere fatto un progetto di rifacimento delle fognature e del sistema della raccolta della acque meteorologiche che è in fase di studio. Per ora riteniamo di non mettere quindi a pagamento quella zona».

Intanto sul verde del parco della piazza si muove la minoranza. «C’erano auto sul prato durante il “Fuori Festival” organizzato da Voglia di Vintage e patrocinato dal Comune. Stop alle iniziative dannose per il verde pubblico». È la segnalazione lanciata dai consiglieri di Forza Italia, Giuliano Longfils e Pier Luigi Baschieri (capogruppo) con un’interrogazione rivolta al sindaco Palazzi. I due consiglieri, che hanno fornito anche alcune foto, si riferiscono al weekend scorso, quando in piazza Virgiliana si è tenuto l’evento “Fuori Festival”. «Diversi autocarri e automezzi privati di partecipanti all’evento - scrivono i due consiglieri nell’interrogazione - sono transitati sopra diverse aiuole del giardino occupandole, interamente o parzialmente, a mo’ di parcheggio. Persino un’automobile della Tea (i consiglieri hanno fornito delle foto, ndr) è stata vista comodamente parcheggiata all’ombra sopra un’aiuola limitrofa alle bancarelle dell’evento stesso».

Baschieri e Longfils chiedono al sindaco «per quali ragioni sia stato di nuovo concesso il giardino ... dato che era già stato massacrato, sia quest’anno che l’anno scorso, con un’occupazione selvaggia ed indiscriminata di aiuole con automezzi pesanti e muletti cingolati che hanno distrutto il verde e divelto siepi, senza che l’amministrazione si sia minimamente occupata dei danni».
 

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista