Quotidiani locali

castiglione delle stiviere

Caos davanti alle scuole. Fallite le sperimentazioni 

I genitori non rinunciano ad accompagnare i figli in automobile. Paganella: «Se vogliamo risolvere il problema dobbiamo rivedere la viabilità»

CASTIGLIONE Ricomincia la scuola e puntualmente il centro storico di Castiglione delle Stiviere, soprattutto la zona di viale Maifreni, via Gridonia Gonzaga, via Cesare Battisti e via Marta Tana, è completamente paralizzato dal traffico dei genitori che accompagnano i figli a scuola. Macchine in coda e serpentoni di vetture dalle 7.40 alle 8: così il centro si ritrova paralizzato e inquinato dalle emissioni di scarico. Complice il brutto tempo dei primi due giorni di lezioni, nei quali anche i pochi che arrivano a piedi hanno preferito l’auto, il centro si è ritrovato subito bloccato. Anche perché sono molti i genitori che dimenticano l’educazione a casa. Il problema, come è naturale, si ripresenta all’orario diuscita delle due scuole.

L’amministrazione comunale ha provveduto a mettere in sicurezza i ragazzi e le ragazze nella strettissima via Gridonia Gonzaga, ma via Cesare Battisti non è da meno, e solo pochi mesi fa una bambina fu investita in una giornata di pioggia mentre attraversava la strada di corsa per non bagnarsi. Le soluzioni sperimentali di pedibus e car-pooling (condividere l’automobile per riempirla del tutto e per arrivare a scuola muovendo meno mezzi possibili) non hanno fatto certo breccia nei castiglionesi, almeno in questi primi giorni.

«Possiamo dire, parafrasando alcuni amministratori della passata amministrazione, che il pedibus ha fallito», afferma l’assessore Manlio Paganella. Che prosegue così: «Il pedibus ha fallito non perché sia un’idea sconclusionata, ma perché gli abitanti di Castiglione delle Stiviere non sono preparati a questo cambio radicle di abitudini». Paganella, dunque, non conferma i progetti sperimentali ma propone una riflessione diversa che è ciò su cui l’amministrazione sta lavorando, e cioè un ripensamento della viabilità nel centro storico. «Se vogliamo affrontare quel problema dobbiamo mettere mano alla viabilità del centro oltre a promuovere, nelle scuole, una massiccia operazione educativa per studenti e famiglie. La vecchia idea della pedonalizzazione del centro non era del tutto errata, ma è chiaro che la gente di Castiglione non è preparata»: Paganella, dunque, lascia intendere che la giunta sia al lavoro su progetti, già in parte annunciati in estate, per rileggere e ripensare la viabilità del centro. «Non vedo un problema anche rivedere la circolazione in piazza san Luigi, che consentirebbe di alleggerire le vie delle scuole», conclude.

Luca Cremonesi

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

LE GUIDE DE ILMIOLIBRO

Corso gratuito di scrittura: come nascono le storie