Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

La Grande Mantova per i trasporti green. Progetto da 3 milioni

Città e hinterland insieme: il ministero stanzia un milione. Stazione per le bici, incentivi per i bus e app per i parcheggi

MANTOVA. Se la Grande Mantova fatica a venire avanti dal punto di vista amministrativo, la collaborazione tra il capoluogo e i quattro Comuni dell’hinterland procede. Mantova, Porto Mantovano, Borgo Virgilio, Curtatone e San Giorgio sono partner di un progetto per la mobilità sostenibile che, capofila la città dei Gonzaga, si è aggiudicato un milione di euro messo in palio da un bando promosso dal ministero dell’ambiente.

Servirà a finanziare 26 mini progetti per un valore di 3 milioni di eur ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

MANTOVA. Se la Grande Mantova fatica a venire avanti dal punto di vista amministrativo, la collaborazione tra il capoluogo e i quattro Comuni dell’hinterland procede. Mantova, Porto Mantovano, Borgo Virgilio, Curtatone e San Giorgio sono partner di un progetto per la mobilità sostenibile che, capofila la città dei Gonzaga, si è aggiudicato un milione di euro messo in palio da un bando promosso dal ministero dell’ambiente.

Servirà a finanziare 26 mini progetti per un valore di 3 milioni di euro da realizzare nei cinque Comuni: si va dalla «velostazione» a Mantova al potenziamento della rete ciclabile negli altri Comuni, da programmi di educazione alla mobilità sostenibile per bambini e adulti ad applicazioni per facilitare la ricerca di un posto auto nella Grande Mantova e ad azioni per favorire gli spostamenti «green» casa-lavoro e casa-scuola. «Da anni si parla di Grande Mantova senza muovere un passo, con questo bando faremo interventi concreti su diversi Comuni» commenta il sindaco Mattia Palazzi, che sintetizza: «Il capoluogo lavora anche per gli altri Comuni».

VENTESIMO POSTO. La prima scrematura aveva ridotto i progetti in gara da 120 a 34; alla fine, quello mantovano è stato classificato al 20° posto. Una volta ufficializzata la graduatoria (tra qualche giorno), ci saranno 30 giorni di tempo per presentare il programma operativo che stabilirà chi farà cosa, da realizzare in due anni. Il progetto è frutto del lavoro di quattro assessori del capoluogo, Adriana Nepote (innovazione), Paola Nobis (mobilità sostenibile), Andrea Murari (ambiente e Grande Mantova) e Iacopo Rebecchi (Polizia locale), affiancati dal funzionario Alessandro Gatti.

CICLABILI E APP. I 26 mini progetti sono suddivisi in sette gruppi che richiederanno un investimento di 3 milioni di euro. C’è quello relativo a servizi ed infrastrutture di mobilità a bassa emissione che contempla la realizzazione, alla stazione Fs di piazza don Leoni, di una velostazione, un parcheggio per biciclette con annessa officina di riparazione in caso di forature o di altri problemi meccanici. Prevista anche una nuova app «parkmantova» per facilitare i turisti e i residenti nella ricerca di un posto auto non solo in città. Il Comune virgiliano con l’azienda ospedaliera Poma porterà avanti anche un progetto di bike to work, per facilitare l’arrivo in bicicletta del personale del nosocomio. Si potenzierà anche l’attuale servizio di car sharing elettrico e di bike sharing. I progetti per favorire gli spostamenti casa-lavoro e casa-scuola interesseranno anche gli altri Comuni con una serie di interventi su più fronti. Si parte dalla realizzazione della ciclabile Mantova-San Giorgio e dal completamento di quella dalla città alla foresta della Carpaneta e di quelle di Curtatone a Levata e in via Costituzione. Porto e Mantova punteranno sulla realizzazione di passaggi pedonali rialzati. In città saranno riviste le cosiddette Zone 30. I programmi di educazione stradale e di sostenibilità ambientale nelle scuole diventano fondamentali per tutti i cinque Comuni (a Borgo Virgilio è prevista la creazione di una nuova area di apprendimento interattivo). Si punta anche ad istituire a Borgo Virgilio le Ztl a tempo nelle aree dove vi sono le scuole, mentre a Mantova le attuali verranno implementate.

TARIFFE AGEVOLATE. Si punta anche ad agevolazioni tariffarie per incentivare il tragitto in bicicletta casa-lavoro, mentre sono alle viste sconti sull’abbonamento al trasporto pubblico locale per chi accetta un’accessibilità sostenibile al polo ospedaliero. Sul fronte delle app, ne è prevista una per favorire l’utilizzo dei bus da parte dei cittadini: «Verificheremo come sviluppare il trasporto pubblico attraverso navette o corse Apam - dice il sindaco -. Presto faremo questa valutazione». L’ultimo mini progetto della serie è quello che prevede la nomina di un mobility manager d’area che coordini quelli aziendali e formi quelli scolastici.

36 MILIONI. «Con questo nuovo bando vinto - conclude il primo cittadino che esalta il lavoro di squadra fatto dai quattro assessori e dal funzionario - in due anni e due mesi abbiamo portato a Mantova 36 milioni di euro. Considerando che, annualmente, la spesa libera a bilancio è di circa 7 milioni di euro, è come se i mantovani avessero a disposizione cinque bilanci in più senza versare le tasse corrispondenti».