Quotidiani locali

San Giacomo in festa I lavori alla chiesa in dirittura d’arrivo

SAN GIACOMO DELLE SEGNATE. I lavori alla chiesa di San Giacomo delle Segnate sono in dirittura d'arrivo ed entro l'anno il cantiere dovrebbe concludersi. A dare l'annuncio è stato il parroco durante...

SAN GIACOMO DELLE SEGNATE. I lavori alla chiesa di San Giacomo delle Segnate sono in dirittura d'arrivo ed entro l'anno il cantiere dovrebbe concludersi. A dare l'annuncio è stato il parroco durante una celebrazione. Le operazioni sulle strutture sono praticamente terminate e in questa fase sono all'opera i restauratori. L'edificio sacro era stato duramente colpito dal terremoto del 2012 e nell'aprile del 2016 avevano preso il via i lavori di recupero. Nelle settimane successive al sisma la chiesa era stata ingabbiata da una struttura tubolare per impedire crolli e garantire la sicurezza della strada e degli edifici vicini. L'intervento di recupero, particolarmente complesso, è iniziato con alcuni lavori preparatori nel febbraio dello scorso anno, per poi aprire il cantiere in aprile.

Durante i lavori sono stati montati anche ponteggi interni per agevolare le operazioni sulla copertura. La chiesa era molto lesionata ed erano state previste opere di consolidamento delle murature, di cuci e scuci, per “legare” le varie parti della chiesa: la parte più antica e quella nuova, che era stata ricostruita dopo i bombardamenti della Seconda guerra mondiale. I lavori hanno interessato anche il tetto e la facciata, per connetterla, usando strutture architettoniche, al corpo centrale della chiesa. Il costo del recupero è di circa un milione e trecentomila euro. La chiesa era assicurata e inoltre una anziana signora che ha abitato per anni a San Giacomo aveva fatto una considerevole donazione alla Curia di Mantova: un milione di euro, da destinare alla sistemazione dell’edificio sacro.

La chiesa di San Giacomo è un manufatto architettonico di pregio ed è vincolato come edificio storico. Infatti è stata costruita attorno al 1450 dai marchesi Aldegatti. Francesco Aldegatti, rappresentante della nobile famiglia che aveva possedimenti nel paese, decise di costruire il tempio che finanziò interamente, ma non riuscì a completare perché morì nel 1453, lasciando incompiute alcune parti del progetto. (g.p.)

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista