Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Tutti i colori dei giocattoli danno luce a Canneto

La magia della Borsa scambio in piazza Gramsci: grande festa per il paese. E ora entra nel vivo l’organizzazione della fiera di Ottobre con il luna park

CANNETO SULL'OGLIO. Si è rinnovata  domenica 24 settembre in  piazza Gramsci, a Canneto sull’Oglio, la magia del giocattolo e della Borsa scambio. Dopo un inizio minacciato dalla pioggia, ecco che anche il tempo si è messo dalla parte di espositori e visitatori per una domenica di festa.

Spostati nel lato parcheggio della piazza (quindi non nella consueta tensostruttura), a fianco dell'esposizione dei giardini della manifestazione "I colori del verde", dal mattino al pomeriggio inoltrato i gazebo con esposti bambole e giocattoli di ogni epoca hanno attratto come sempre i collezionisti in cerca del pezzo raro, ma anche chi non rinuncia mai a passare per ammirare i giocattoli in vendita. Per i bambini, poi, è stata una giornata di estasi alla scoperta dei divertimenti del passato.

A Canneto successo per la Borsa del giocattolo



Presenti anche alcune associazione benefiche con i loro stand e la locale Pro loco. Con la Borsa scambio si è chiuso il week end delle "eccellenze cannetesi" che ha riunito iniziative dedicate al giocattolo e ai vivai. Venerdì sera le celebrazioni si erano aperte con l'inaugurazione della mostra "Giocattoli Italiani: il distretto industriale di Canneto" che sarà visitabile fino al 26 novembre presso l'atrio del Museo Civico.

Sabato mattina invece l'inaugurazione dell'esposizione di giardini curati da alcuni vivaisti locali e intitolata: "I colori del verde", con l'assessore regionale all'agricoltura Gianni Fava. Sabato pomeriggio poi, sempre in piazza Gramsci, "Il Paese dei Balocchi", borsa scambio dei giocattoli, in versione "junior" con ragazzi e bambini (più genitori a supporto), intenti ad esporre e scambiare bambole, trenini, peluche, costruzioni, robot, giochi in scatola e libri.

E quindi ieri la chiusura con la "Borsa scambio del giocattolo d'epoca e modernariato", che per il 2017 ha avuto, in concomitanza con la celebrazione degli 800 anni della riedificazione del Borgo, il patrocinio della regione Lombardia. Come sempre è stata "caccia all'affare", con collezionisti alla ricerca di giocattoli di ogni epoca, dai trenini in latta, ai cavalli a dondolo alle macchinine ai carillon, dai giochi in legno ai soldatini, dai peluche ai robot. Fino alle bambole, le vere protagoniste, in biscuit, in vinile, cartapesta, pezza, polistirolo e polietilene, con le Barbie e i loro accessori sempre tra gli oggetti più richiesti. Questo weekend ha fatto da "rampa di lancio" per la tradizionale Fiera di ottobre che porterà in paese il luna park, ma che vedrà anche domenica prossima la Mostra mercato dell'hobbystica su via Garibaldi e domenica 8 il clou con Vini & Vivai e la Festa degli extra muros.

Maria Luisa Rancati