Quotidiani locali

Castiglione

Turismo: Volpi punta sullo Iat, Pro Loco storia chiusa

L’ufficio di Informazione coordinerà le associazioni locali. Il sindaco: «Non torniamo al passato, troppe tensioni» 

CASTIGLIONE. Castiglione delle Stiviere rinuncia alla Pro Loco e investe nello Iat. Questi l’intento dell'amministrazione Volpi sul fronte della promozione turistica. Nelle linee programmatiche, infatti, si legge la volontà di potenziamento e riorganizzazione dell'ufficio Informazione accoglienza turistica.

Questi aspetti di rilancio turistico di Castiglione passeranno dunque per una struttura diversa dalla Pro Loco, realtà che nel recente passato ha avuto una storia travagliata e complessa che si è chiusa nella bagarre del 2016. La Pro Loco, infatti, chiude i battenti dopo una lunga lotta intestina che ha visto due fazioni distinte confrontarsi su due visioni radicalmente diverse sulla gestione dei fondi, dei contributi e delle convenzioni in atto.

La guerra esplode all'alba dell'elezione della nuova amministrazione Novellini quando si decide di porre fine alla convenzione che vede la Pro Loco gestire il contributo che il Comune versa al museo della Croce Rossa, ente che a quell'epoca naviga in acqua ben diverse da quelle del successo attuale.

Con la decisione di non erogare più quel contributo inizia la guerra dei bilanci e delle elezioni dei presidenti della Pro Loco.

Dopo una lunga serie di riunioni e assemblee, di scontri fra direttivi e revisioni dei conti, l'ultimo presidente di Pro Loco, Donatella Maria, preso atto della situazione e dell'impossibilità di trovare una sintesi, avvia le procedure di liquidazione.

Gli spazi vengono dati in convenzione alla Strada dei Vini e dei Sapori che ha il compito, fra gli altri, di fornire un servizio di promozione turistica di Castiglione.

L'intento dell'amministrazione Volpi è quello, come espresso dal sindaco nel consiglio comunale di venerdì, «di non tornare su Pro Loco, dato che le tensioni del recente passato non sono ancora risolte, ma di lavorare nella direzione di dare vita a uno Iat che possa affiancare le molte proposte di promozione turistica che abbiamo in mente».

Sempre nelle linee programmatiche si legge che «l'ufficio di Informazione e accoglienza turistica non avrà solo il compito di promuovere il turismo a Castiglione delle Stiviere ma fungerà da centro di coordinamento e valorizzazione delle associazioni presenti sul territorio».
 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista