Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Stalker assolto per troppo amore

Il tribunale di Mantova

Ostiglia. La vittima ritratta le accuse al processo: sono ancora innamorata di lui

OSTIGLIA. Colpo di scena ieri mattina in tribunale per un caso di stalking. La vittima, una donna di 43 anni, finita in ospedale per ben due volte a causa dei pestaggi subiti dal suo persecutore, ha ritrattato. Non solo: ha chiesto al giudice che l’uomo non venga punito perché è ancora innamorato di lui. Il giudice l’ha quindi assolto da quel reato ma lo ha condannato per le lesioni e il furto di un cellulare strappato alla donna. Imputato al processo un 41enne residente a Serravalle a Po. Vittima dei suoi violenti comportamenti l’ex convivente di 43 anni.

I fatti, che risalgono a due anni fa, si sono verificati ad Ostiglia. I due avevano una relazione extraconiugale fin dal 2011 (in quel periodo la donna, madre di tre figli, si stava separando dal marito) ma i primi gravi contrasti sono cominciati a partire dal 2015 a causa della forte gelosia dell’imputato. Un sentimento incontrollato che l’ha portato a molestarla, minacciarla e perseguitarla in continuazione.

In più occasioni anche quando la donna ancora conviveva con il marito, si presentava sotto la loro abitazione urlando e suonando ripetutamente il campanello. In più occasioni l’ha anche presa a schiaffi dicendole che non si comportava bene.

Nel febbraio del 2015 aveva addirittura intimato al marito di lasciare la moglie altrimenti l’avrebbe denunciato. Pretendeva anche il saluto delle figlie di lei che per paura si erano chiuse in casa. Per non parlare delle sberle e dei pugni che hanno costretto la donna a ricorrere alle cure dell’ospedale di Pieve di Coriano. E infine la rapina del cellulare, strappatole di mano per evitare che potesse chiamare i carabinieri.

Ieri l’assoluzione per lo stalking, ma non per le lesioni e il furto con strappo puniti con diciotto mesi di reclusione.(gol)