Quotidiani locali

mantova

Autostyle incorona tre giovani talenti

Da Taiwan, Messico e Lecco i vincitori del concorso 2017. A Villa di Bagno esposte supercar Bugatti, Lamborghini e Ferrari

MANTOVA. Ko-Han Hsu, Jose Raul Salas Sarabia e Samuele Dell’Oro: vengono da Taiwan, Messico e Lecco e sono giovanissimi studenti dei principali istituti europei di design, i tre vincitori di Autostyle Design Competition 2017, il concorso organizzato all’interno della kermesse internazionale dedicata alla progettazione di automobili promossa da ormai 14 anni dall’azienda mantovana Berman. E il patron Roberto Artioli è certo che i loro nomi compariranno presto nei team delle più importanti case internazionali: «La selezione non è mai facile per l’alto livello dei candidati - spiega soddisfatto - ma i vincitori selezionati da una commissione di tecnici e chief designer, poi li ritroviamo a dettare le linee guida dello stile auto».

In effetti i precedenti non mancano. Come quello di Aldo Maria Sica che nell’edizione 2012 ebbe una menzione per l’eco papamobile: oggi a 26 anni è designer in Bugatti e iri ha chiuso la manifestazione presentando la Chiron, per l’occasione esposta nei giardini di Villa Di Bagno che hanno ospitato l’edizione 2017 di Autostyle. «Mi diplomai il sabato e il lunedì ero già in Bugatti - racconta - Tornare in Italia? Sono pronto ad andare ovunque ci siano belle opportunità». O come Tibor Juhasz designer Volkswagen, che partecipò da studente alle edizioni 2005 e 2006: «E’ un evento unico - conferma - cerco di essere sempre presente per restituire agli studenti di oggi quello che qui ho ricevuto io. E’ una bellissima opportunità per i giovani di confrontarsi con i più importanti designer del mondo dell’auto». O come il brasiliano Cesar Pieri, vincitore nel 2011 e ora creative design manager Jaguar.

Il team di designer di Lamborghini...
Il team di designer di Lamborghini accanto alla nuova Huracan Performante


E i fuoriclasse del design auto anche ieri non mancavano. Da Robin Page, senior vice presidente del design Volvo, che ha illustrato la creatività della casa auto svedese a un pubblico selezionato proveniente da tutto il mondo. Al workshop “Performante Art” tenuto da Mitja Borkert, capo dello stile Lamborghini, che insieme al suo team di giovanissimi designer ha posato accanto alla nuova supersportiva Huracán Performante presentata al Salone di Ginevra che «combina nuovi materiali ultraleggeri in fibra di carbonio forgiata con un sistema di aerodinamica attiva premiato a marzo dall’Autocar Innovation Award, premio all’innovazione conferito dal magazine inglese Autocar».

Motori e design: Da Taiwan, Messico e Lecco i vincitori del concorso Autostyle Ko-Han Hsu, Jose Raul Salas Sarabia e Samuele Dell’Oro: vengono da Taiwan, Messico e Lecco e sono giovanissimi studenti dei principali istituti europei di design, i tre vincitori di Autostyle Design Competition 2017, il concorso organizzato all’interno della kermesse internazionale dedicata alla progettazione di automobili promossa da ormai 14 anni dall’azienda mantovana Berman. (video Saccani)


Dall’intervento di Alessandro Maccolini, capo del design esterni di Alfa Romeo, che ha raccontato la nascita di Stelvio, il primo Suv di Alfa Romeo che deve il suo nome al valico montano più alto d'Italia e al fatto che «la strada statale 38 che lo attraversa, che si snoda per più di 20 chilometri e conta oltre 75 tornanti, è ormai diventata sinonimo di viaggio». Al workshop di Filippo Perini, direttore del centro stile Italdesign, che insieme ad Alessandro Serra ha svelato i segreti della Zerouno, supercar limitata in soli cinque esemplari. Tutti modelli che gli ospiti ieri hanno potuto ammirare a Villa Di Bagno insieme alla Ferrari Portofino, ultima nata dell’azienda di Maranello svelata all’ultimo salone di Francoforte, alla Lexus Lc Sport, alle nuove Xc della Volvo, alle Maserati Ghibli, Levante e Gc Mc M145, solo per citarne alcune.

Super car da prestazioni (e prezzi) incredibili che hanno fatto brillare gli occhi a un gruppo di studenti di quinta meccatronica dell’Itis Fermi accompagnati dalla docente Krisnel Nosari: «Roberto Artioli ci invita tutti gli anni - racconta l’insegnante del laboratorio meccanico tecnologico - per i ragazzi è un’occasione unica di toccare con mano quello che studiano, di vedere progetti presentati dagli stessi designer. Tornano da queste esperienze ancora più motivati ad andare avanti». (m.v.)


 

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista