Quotidiani locali

sabbioneta

Eventi per i dieci anni Unesco. E ritornerà la Notte Bianca

I dati non esaltanti di questa prima parte di 2017 spingono l’amministrazione a rilanciare. Nel 2018 iniziative per i dieci anni del riconoscimento di città Patrimonio dell'Umanità

Tante idee, qualche sogno e un po’ di progetti in rampa di lancio. I dati non esaltanti di questa prima parte di 2017 spingono l’amministrazione a rilanciare.

Il 2018 sarà un anno chiave, l’anno del decennale del riconoscimento Unesco. «Stiamo pensando ad una serie di eventi speciali - conferma Vincenzi-. In più mi piacerebbe riportare a Sabbioneta la Notte Bianca, o in primavera o a settembre, visto che manca ormai da diversi anni». Tra le iniziative in arrivo, una mostra a palazzo Ducale di Mantova su Sabbioneta e Charleville, città francese gemellata con il capoluogo. A giorni, poi, i turisti potranno utilizzare le penne audio. «Basterà puntarle sul bollino sulla cartina o sulle postazioni installate nei monumenti per ricevere informazioni».

Chiaro, però, che dovranno essere elaborate nuove strategie. L’andamento degli ingressi dal 2000 ad oggi certifica una verità innegabile. Il flusso turistico di Sabbioneta è legato a doppio filo a quello di Mantova. Non è certo un caso che l’anno dei record per la Piccola Atene, il 2002, fu quello della Celeste Galeria, quando si sfiorarono i 70mila ingressi. In seconda piazza, con più di 48mila biglietti venduti, il 2016 di Mantova Capitale della Cultura.

Necessario, dunque, cercare di intercettare altri flussi. «Penso ai 20 milioni di turisti del Garda, a Parma, la terza città più visitata dell’Emilia, a Cremona - prosegue il sindaco -. La chiusura del ponte di Casalmaggiore temo influirà negativamente, visto che il nostro è un turismo di prossimità e l’Emilia è una delle regioni che porta più visitatori. Di sicuro non potremo improvvisare, in questo triennio faremo le nostre valutazioni e apporteremo i necessari correttivi. Le iniziative estemporanee non portano turismo, serve una strategia territoriale».

La speranza è quella di chiudere il 2017 con un’impennata di ingressi in questa ultima parte dell’anno. «L’auspicio è quello di toccare le 45mila presenze, contando anche i possessori delle card. Sarebbe un dato in linea con molti anni precedenti. Un numero non ottimo, ma soddisfacente. L’obiettivo, però, è quello di crescere».
 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista