Quotidiani locali

Vai alla pagina su emergenza strade
asola

Allargamento dell’Asolana: realizzato il progetto

L’obiettivo è la riqualificazione del tratto di tre chilometri tra Asola e Casalmoro. Ora si attende una risposta dalla Regione per la copertura finanziaria dell’opera

ASOLA-CASALMORO. Il progetto di fattibilità tecnica ed economica per la riqualificazione della strada provinciale ex 343 Asolana nel tratto Asola-Casalmoro è stato realizzato grazie alla coesione tra il sindaco di Asola, Raffaele Favalli, il sindaco di Casalmoro, Franco Perini, e la Provincia.

«Si tratta – commenta il primo cittadino Raffaele Favalli – di un primo passo per iniziare l’opera di convincimento della Regione per ottenere la copertura finanziaria della riqualificazione dell’Asolana che avrà un costo complessivo di 7 milioni di euro. Nel frattempo cercheremo altri finanziamenti». Il costo del progetto di fattibilità, redatto dall’ingegnere Stefano Rossi dello studio Plan Ingegneria in collaborazione con i tecnici Adele Caricola, Luca Aprici e Simone Raimondi, è stato suddiviso tra la Provincia e i due comuni interessati: 4mila euro per Asola e 2mila euro a carico di Casalmoro.

Il tratto è di 3 chilometri e 350 metri. Dal chilometro 57+600 al chilometro 60+950. L’intervento nasce dalla necessità di mettere in sicurezza il tratto di provinciale.

La carreggiata stradale, estremamente ridotta in relazione alla tipologia, il numero e la velocità dei veicoli che la transitano, costituisce un elemento di forte pericolosità per gli utenti. Conseguenza, continui incidenti stradali. Anche l’assenza totale di banchine è fonte di rischio.

La soluzione è stata individuata nella riqualificazione della piattaforma stradale con l’allargamento fino a 9.50 metri in linea con la tipologia “C2 extraurbana secondaria”. Attualmente l’Asolana presenta una carreggiata di 6 metri senza banchine pavimentate, con conseguenti problematiche legate all’incrocio di mezzi più ingombranti, che attualmente ricoprono l’11% dei mezzi in transito. Mezzi che spesso rischiano di fuoriuscire dalla sede stradale per evitare il contatto con i veicoli provenienti dalla corsia opposta.

Lo studio progettista ha realizzato un progetto di fattibilità che consente il transito e le manovre dei veicoli in sicurezza, garantendo anche gli adeguati spazi per la riorganizzazione delle fermate del trasporto pubblico, oltre alla previsione di installazione di barriere stradali su entrambi i lati lungo tutto il tratto da riqualificare.

Nel 2010 erano 8.900 i veicoli in transito ogni giorno. Nel periodo 2005-2014, quindi in 10 anni, si sono registrati 21 incidenti con 35 feriti ed un morto.

Sono presenti, inoltre, ammaloramenti in molti punti. Si prevede che il cantiere garantirà la percorribilità della provinciale in entrambi i sensi: eventuali momenti di interruzione del traffico saranno preventivamente concordati con la Provincia e la polizia locale.

Antonella Goldoni
 

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista