Quotidiani locali

castelnuovo di asola 

Saluti e lacrime per don Luigi, il prete che girava in 500

Tanta commozione per il sacerdorte che è rimasto per nove anni, che si è fatto conoscere per la sua umiltà. Tanti i regali, tra cui un modellino dell'auto con la quale girava per le case

ASOLA (Castelnuovo) . Tutta la comunità di Castelnuovo domenica 8 ottobre si è raccolta attorno al parroco don Luigi Grossi, stipando la chiesa di Santa Margherita, per salutarlo e ringraziarlo della sua permanenza nella frazione durata nove anni. In pochi si aspettavano una così bella testimonianza di affetto verso questo pastore che con umiltà, riservatezza e discrezione si era insediato a Castelnuovo conquistando pian piano l’intera comunità con un metodo di inclusione che tanti invocano, ma che lui è stato in grado di applicare, parlando con tutti senza mai giudicare nessuno. Don Luigi è stato patrimonio di tutti, dei deboli e soprattutto di chiunque avesse bisogno della sua presenza. Le testimonianze durante la messa, accompagnate da lacrime, hanno confermato che don Luigi è entrato nel cuore della gente con tutta la sua straordinaria umiltà. Tra i tanti regali anche un modellino della vecchia Fiat 500 che ha accompagnato il prete in ogni casa castelnovese. Dopo la messa è seguita l’apertura della mostra fotografica a lui dedicata. (a.g.)
 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista