Quotidiani locali

VIADANA

Viadana respira: lunedì apre la Gronda Nord

Via libera al traffico nel secondo tratto da Quattrocase a Fenilrosso: così si potrà raggiungere direttamente Casalmaggiore

VIADANA. I lavori di realizzazione della Gronda Nord (secondo lotto, Quattrocase-Fenilrosso, della strada a scorrimento veloce Casalmaggiore-Viadana,) sono ormai finiti: l’apertura al traffico è fissata per lunedì 16 ottobre. Gli ultimi interventi eseguiti sono stati quelli relativi all’impianto d’illuminazione e alla segnaletica stradale. L’infrastruttura collegherà la rotatoria di Ponte Maiocche (all’estremità del primo lotto della Gronda, già da tempo inaugurato: la bretella di Vicomoscano) con l'area produttiva Fenilrosso di Viadana. In pratica, con l’apertura della nuova strada sarà possibile andare direttamente da Casalmaggiore (accesso dalla Sabbionetana) a Viadana (viale Kennedy, la tangenziale nord cittadina) – e viceversa, naturalmente – by-passando i centri abitati di Viadana, Cogozzo, Cicognara, Roncadello, Casalbellotto e Vicomoscano.

leggi anche:



Una boccata d’ossigeno per i residenti, che spesso hanno lamentato i disagi e i pericoli del traffico di scorrimento: inquinamento, rumori, vibrazioni dannose per gli edifici, difficoltà a immettersi sulla viabilità principale per i mezzi provenienti da attività, abitazioni e strade laterali. La Gronda dovrebbe inoltre agevolare e velocizzare il collegamento tra Viadana capoluogo e l’ospedale Oglio-Po di Vicomoscano, e tra Viadana e Sabbioneta. Lunga poco più di 4 chilometri, con uno sviluppo ad arco, la nuova strada incrocerà una serie di strade comunali minori, all’intersezione con le quali - per rendere la circolazione più fluida e sicura - sono stati realizzati piccoli rondò. Realizzate anche numerose contro-strade, a servizio dei fondi agricoli rimasti confinati dalla nuova infrastruttura. Il cantiere è stato appaltato e diretto dalla Provincia di Mantova, i cui uffici avevano curato pure la predisposizione del progetto.

«La sovrastruttura stradale è stata realizzata con uno strato in misto cementato, che è servito per rafforzare la portanza degli strati di conglomerato bituminoso» fanno sapere dall’amministrazione provinciale. Il costo dell’opera, di 9.286.621 euro, è stato così ripartito: Regione Lombardia 4.642.096 euro, Province di Mantova e Cremona 1.805.732 euro, Comune di Viadana 516.456 euro, Comune di Casalmaggiore 517mila euro. I lavori sono stati eseguiti dall’impresa mantovana Capiluppi Enzo di Curtatone. Progettista e direttore lavori è stato l’ingegner Marco Guaita, mentre responsabile del procedimento l’ingegner Antonio Covino (entrambi dell’Area lavori pubblici e trasporti, Servizio progettazioni stradali, della Provincia).

L’apertura al traffico del nuovo tratto di Gronda Nord lascia aperti alcuni interrogativi: lo sbocco naturale della bretella sarebbe infatti l’area produttiva Gerbolina, da cui sono più agevoli i collegamenti con la viabilità maggiore per Mantova e per l’Emilia. Molti si domandano se e quando sarà possibile realizzare il tratto mancante; e come le strade del Fenilrosso e la stessa Kennedy sopporteranno nel frattempo il prevedibile incremento del traffico di scorrimento dovuto ai mezzi in transito da e per la Gronda.

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista