Quotidiani locali

pieve, revere, villa poma

Saranno utilizzati anche nella Bassa per la fusione a tre

Tre comuni al voto per fondersi in un'unica amministrazione

Domenica 22 ottobre la Lombardia utilizzerà per la prima volta in Italia il voto elettronico non solo per il referendum sull’autonomia regionale ma anche per quelli sulle fusioni comunali. È il caso, nel Mantovano, dei cittadini di Villa Poma, Revere e Pieve di Coriano che saranno chiamati scegliere anche per il sì o no alla fusione. In questo caso gli elettori troveranno quindi all’interno della cabina elettorale due voting machine: sulla sinistra quella per il voto regionale e sulla destra il tablet per il referendum comunale. In quest’ultimo caso il software predisposto chiederà di scegliere tra il sì e il no alla fusione e se il voto sarà affermativo bisognerà toccare il nome prescelto tra quelli candidati per il nuovo maxi Comune. «È positivo che lo Stato abbia legittimato questo sistema elettorale - spiega l’assessore regionale Gianni Fava - è un viatico anche per le prossime elezioni. E’ nostra intenzione chiederlo anche per le votazioni regionali. Si tratta di un passaggio da cui non si torna indietro». (m.v.)
 

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista