Quotidiani locali

cronache di scienza e ambiente

Pensare ed imparare con la penna in pugno nell’era digitale: e i suoi benefici da non trascurare

Gli esercizi di calligrafia che facevamo a scuola, i temi scritti prima in brutta e poi in bella copia sono stati fondamentali per la nostra capacità di ragionare ed esprimerci. E’ anche dimostrato dalla scienza: la scrittura a mano migliora lo sviluppo celebrale. Il suo abbandono può provocare un impoverimento della memoria,del linguaggio e della creatività

MANTOVA. Scrivo una frase. No, non va bene. Un colpo sulla tastiera e il foglio virtuale è di nuovo bianco. La riscrivo: ok, ora ci siamo, ma questa parola sta meglio all’inizio della frase. "Taglia-incolla" ed il gioco è fatto! Chi può negare quanto sia comodo scrivere un testo digitando sul pc, con la possibilità di fare velocemente infinite modifiche. La rivoluzione digitale ha prodotto enormi vantaggi in tutti i campi lavorativi in cui sia necessario produrre dei testi. La velocità è solo uno di questi e di certo non si tornerà indietro. Ma allora perché parlare ancora di scrittura manuale?

I problemi più grandi si possono avere nei bambini. Ormai numerosi studi dimostrano che sostituire la scrittura manuale con quella digitale può causare problemi nello sviluppo educativo e motorio. La scrittura a mano potenzia la memoria, permettendo di organizzare le informazioni nel cervello in aree specializzate. Inoltre migliora la qualità dei testi prodotti : si è infatti osservato che attraverso una pratica costante della scrittura manuale, bambini e ragazzi non solo migliorano la calligrafia, ma anche il modo in cui si esprimono, con una scelta migliore dei termini e meno errori.

La scrittura manuale è anche tanto altro. Da un punto di vista fisico comporta la coordinazione del braccio, del polso, delle dita, la regolazione della pressione della penna sul foglio e coinvolge la vista. Per fare tutto ciò, si utilizzano una serie di aree cerebrali che non si attivano digitando le lettere su una tastiera  e che producono miglioramenti del coordinamento percettivo-motorio.

La grafia si traduce nella espressione della personalità tramite l’inclinazione, la velocità ed il ritmo dei tratti. Non a caso la calligrafia ci distingue dagli altri, come le impronte digitali. Al contrario digitando lettere tutte uguali su un foglio virtuale, il testo non porta traccia di chi scrive. E’ quindi un elogio della diversità, che tanto serve nella società di oggi.

Il testo scritto a mano rappresenta una forma di espressione artistica, una ricerca del proprio gusto per plasmare le lettere sul foglio, senza contare il piacere tattile e visivo della carta, degli inchiostri e dei colori. Non a caso la scrittura manuale, è spesso impiegata negli inviti importanti, simbolo di gusto e stile.

Agli adulti serve la penna? Tenere la mente allenata è sempre un ottimo motivo per impugnare una penna, anche perché scrivere manualmente è poi ottimo esercizio contro l’invecchiamento del cervello. Se vi capita di dover prendere appunti, il consiglio degli esperti è quello di usare la buona vecchia penna. E’ stato dimostrato che accelera l'apprendimento dei concetti, poiché nello scrivere a mano il cervello deve ragionare per trascrivere solo le note più importanti e ordinarle nel foglio in modo logico. Mettere ordine ai pensieri quindi, in tutti i campi della vita, ecco perché la penna può essere ancora di aiuto per noi adulti… non la abbandoniamo.

---

*Laureata in Biologia nel 2004, ha conseguito il dottorato di ricerca in Ecologia e Conservazione della Biodiversità pochi anni dopo a Roma, sua città natale. Negli ultimi 5 anni ha svolto attività di ricerca prevalentemente in ecologia, in Italia e all’estero. Ora si è convertita alla comunicazione della scienza con particolare riferimento a temi ambientali. Questo blog nasce per la sua passione di condividere e promuovere la cultura scientifica, con uno stile divulgativo semplice, accattivante ma rigoroso.

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista