Quotidiani locali

sermide 

Sermide, farina da polenta con tossine: partita ritirata

Il ministero della Salute ha disposto venerdì scorso il richiamo dal mercato italiano della farina di mais bramata in confezioni da un chilo prodotta dal Mulino Zapparoli di Sermide

SERMIDE E FELONICA . Il ministero della Salute ha disposto  il richiamo dal mercato italiano della farina di mais bramata in confezioni da un chilo prodotta dal Mulino Zapparoli di Sermide e commercializzata dall’azienda agricola “Buono e Bio”. Si tratta di una partita di modeste dimensioni, solo 200 confezioni, con scadenza il prossimo 22 marzo, che alle analisi è risultata contaminata da una tossina prodotta da funghi del mais, la fumonisina.

Il lotto era stato prodotto su richiesta stessa della azienda piacentina Buono e Bio e risulta ritirato dal commercio nella sede della stessa commercializzatrice, mentre 40 confezioni sono state ritirate a Genova.

Le tossine individuate, simili ma più potenti delle aflatossine, sono prodotte da funghi appartenenti al genere “Fusarium” che attaccano la pianta del mais, ma anche del grano. Producono una sostanza tossica che ha causato l’insorgenza del cancro sia nei topi che nell’uomo, malattie al fegato ed ai polmoni.

«Io è ormai due anni che non macino più mais – spiega Alberto Zapparoli, titolare del mulino di via Chiesa a Sermide – proprio per i problemi legati ai funghi e ai parassiti. Nel mio impianto, infatti, si macina a pietra in modo naturale e questo, rispetto ai mulini industriali a cilindri, comporta un valore in più per le sostanze nutritive, ma anche maggior difficoltà a togliere eventuali sostanze indesiderate».

Nel caso della partita macinata «ho fatto una eccezione per soddisfare le richieste di un distributore che a sua volta doveva soddisfare alcuni clienti. Ho macinato 280 chili di mais prodotto da un piccolo coltivatore che ha messo a dimora una delle varietà antiche di mais. Dalla macinatura a pietra ho ricavato 200 chilogrammi di farina. Il mais che mi era stato consegnato aveva tutte le certificazioni e le analisi a posto, come ho potuto dimostrare alla Ats, compresa l’assenza di micotossine. Ma basta qualche chicco in più o in meno nei campioni che vengono analizzati e i valori cambiano e così la farina macinata è risultata leggermente sopra il limite».

Francesco Romani
 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista