Quotidiani locali

bozzolo 

Bozzolo, la soprano disturba il vicinato

La banda Santa Cecilia le offre ospitalità: lì potrà cantare liberamente e provare tutti i suoi vocalizzi

BOZZOLO. Grazie alla banda Santa Cecilia potrà cantare liberamente e provare tutti i suoi vocalizzi il soprano italo-coreana Won Mi Jung, classe 1973. Affascinata dalle ultime manifestazioni musicali per la fiera e un po’ da tutta la grande storia musicale di Bozzolo, dove nell’Ottocentesco teatro esordì “il più grande tenore di grazia della storia dell’opera” Tito Schipa e, ancor prima, aveva soggiornato e si era esibito nella casa arcipretale, Wolfgang Amadeus Mozart, la soprano aveva capito che Bozzolo era la sua residenza ideale.

Non aveva fatto i conti, però, con i vicini ai quali, forse perché dall’orecchio poco sofisticato, potevano dare fastidio le sue esercitazioni che imponevano più volte la ripetizione di brani operistici, vocalizzi e gorgheggi che la stessa Callas del resto riteneva indispensabili per giungere alla perfezione.

Le proteste l’hanno subito prostrata ed era sul punto di abbandonare Bozzolo se non le avessero consigliato di rivolgersi al Comune. Messa in contatto con la banda si è arrivati presto alla soluzione e nella sede del corpo bandistico, in certi orari, potrà ripetere a dismisura le sue prove e deliziare magari in qualche concerto i bozzolesi con le sue brillanti esibizioni.
 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista