Quotidiani locali

Vai alla pagina su Lavoro
castiglione delle stiviere

Dimissioni della Zanotti, il M5S fuori dal consiglio di Castiglione

L’imprenditrice ha deciso di restare come indipendente. Formalmente resta all’opposizione, ma vicina a Volpi per il turismo e il lavoro

CASTIGLIONE DELLE STIVIERE. Finisce dopo solo tre mesi la presenza del Movimento 5 Stelle nel consiglio comunale di Castiglione. Lucia Zanotti, la candidata sindaco del Movimento, ha infatti protocollato la sue dimissioni dal gruppo M5S e ha espresso la volontà di restare come indipendente in consiglio.

Svanisce dunque anche l'orizzonte di una sua entrata in maggioranza, che avrebbe portato ad avere tre candidati sindaci nella stessa coalizione, perché la Zanotti darà vita a un gruppo consigliare indipendente. In questo modo, dunque, l'ex imprenditrice castiglionese resta in consiglio come libera battitrice e, soprattutto, libera di decidere su cosa votare.

leggi anche:



Più volte Zanotti ha sostenuto la sua autonomia e la sua capacità di decisione svincolata da obblighi di sorta. In un'intervista su una testata locale (La Costa della Balena) la Zanotti rivendica infatti la sua piena autonomia, mai nascosta ai Cinque Stelle che ieri, nella dichiarazioni rilasciate alla Gazzetta, invitavano proprio la loro ex candidata al rispetto dei patti e della parola data. La Zanotti, dunque, conferma di essersi ritirata dal Movimento e così, di fatto, i Cinque Stelle, forti dei loro 896 voti (pari al 10,29% dei voti), non siedono in consiglio comunale (in caso di dimissioni della Zanotti in consiglio sarebbe entrata Consueto Carbone, esponente di spicco del Movimento che ha raccolto 51 preferenze).

Gli equilibri in consiglio non cambiano, dato che la Zanotti resta fra i banchi dell'opposizione, ma è chiaro che Volpi ottiene virtualmente una stampella di supporto soprattutto sui temi centrali per Zanotti e cioè il lavoro, e per dar vita a una politica che guardi alla vivibilità del territorio. Anche sul fronte della promozione turistica e culturale Zanotti e Volpi si possono incontrare. La maggioranza sta investendo forze e finanze (non ultima la stagione teatrale) sul comparto cultura, ma anche sulla promozione turistica con la volontà, espressa anche nel Dup, di dar vita allo Iat.

Su questi temi Zanotti ha sempre espresso convergenza anche durante la campagna elettorale e anche nelle dichiarazioni di voto proprio sul Dup e sulle linee programmatiche. Non ultimo l'impegno sulla scuola, visto che Zanotti in campagna elettorale aveva proposto investimenti importanti con borse di studio e giornate a tema. L'assessore Paganella ha esposto, presentando il Piano diritto allo studio, fra le priorità di questa maggioranza anche questi aspetti che possono dunque generare ulteriori convergenze fra Zanotti e Volpi.
 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista