Quotidiani locali

Vassoio col cibo abbandonato L’assessore: solo un equivoco

Non era «abbandonato da giorni» il vassoio di cibo ritrovato dal consigliere comunale Luca de Marchi nell’androne dell’ex caserma Bava, in via Cairoli. A spiegare che cosa sia successo davvero è l’ass...

Non era «abbandonato da giorni» il vassoio di cibo ritrovato dal consigliere comunale Luca de Marchi nell’androne dell’ex caserma Bava, in via Cairoli.

A spiegare che cosa sia successo davvero è l’assessore al welfare del Comune Andrea Caprini, che bacchetta l’esponente civico.

«Quel pasto apparteneva a mamma e figlio disabile che abitano nell’ex caserma Bava. È successo che ieri entrambi fossero a Bozzolo per una terapia a cui doveva sottoporsi l’uomo. Avevano avvertito il servizio di consegna pasti a domicilio dell’Aspef che sarebbero tornati più tardi del solito e, quindi, si erano messi d’accordo perché il vassoio fosse lasciato davanti alla porta di casa. Probabilmente qualche vicino l’ha spostato. Oggi (ieri, ndr.) la signora, anziana, è venuta da me molto dispiaciuta e si è scusata per quello che è successo». Solo un equivoco, dunque. L’assessore rimprovera de Marchi: «Prima di speculare sulle fragilità pensiamoci un attimo - afferma - De Marchi sa benissimo che bastava segnalare la cosa agli uffici competenti, i servizi sociali del Comune oppure l’Aspef, e ci sarebbe stato un intervento immediato. Invece, ha preferito mettere tutto in piazza senza alcun motivo».

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista