Quotidiani locali

strade in provincia

Aperta la nuova tangenziale, Roverbella dice addio ai Tir

Inaugurato il secondo lotto dell'importante arteria attesa da 30anni. Il sindaco Annibaletti: "Oggi facciamo la storia". I mezzi pesanti non passeranno più per il centro abitato: meno traffico e smog. Completato l'anello che collega l'ex statale Gardesana con la Postumia

Inaugurata la tangenziale di Roverbella, addio ai camion Viaggio sull'auto storica per il sindaco di Roverbella durante l'inaugurazione della tangenziale del paese, che taglierà fuori i camion dal centro. LEGGI L'ARTICOLO

ROVERBELLA. Da oggi, sabato 21 ottobre,  Roverbella è più leggera, più sicura e meno inquinata. Con l’inaugurazione del secondo lotto della tangenziale, opera sognata per decenni e sulla quale hanno lavorato diverse amministrazioni, il paese si è liberato di un bel peso: i Tir.

Il sindaco Annibaletti e il...
Il sindaco Annibaletti e il presidente della Provincia Morselli tagliano il nastro (foto Di Gangi)

Una giornata quasi storica per Roverbella: l'opera era attesa da almeno 30 anni. E da mezzogiorno il paese ha detto addio ai mezzi pesanti, che non attraverseranno più il centro abitato. La nuova arteria stradale consentirà una notevole riduzione del traffico, con benefici in termini di sicurezza e qualità dell’aria.

Il sindaco con il comandante dei...
Il sindaco con il comandante dei carabinieri

Il primo lotto, un tratto della lunghezza di 1.200 metri, era stato realizzato tra il 2005 e il 2007 ed era costato circa 2 milioni di euro. I lavori del secondo lotto inaugurato questa mattina avevano invece preso il via nel febbraio 2016. Venti mesi dopo, il taglio del nastro e l’apertura al traffico.

L’opera, costata 4 milioni e 400mila euro, completa il collegamento tra la provinciale Postumia e l’ex statale Gardesana Orientale. Il nuovo anello obbligherà i bisonti della strada ad aggirare il centro abitato. Un respiro di sollievo e una boccata d’ossigeno per gli abitanti. Il progetto del secondo lotto porta la firma del Servizio progettazione stradale della Provincia in collaborazione con il Comune di Roverbella e il Consorzio di bonifica Territori del Mincio. Dei 4,4 milioni spesi, 2,9 ce li ha messi la Regione, uno il Comune di Roverbella e 500mila la Provincia (anticipati dal Comune con Palazzo di Bagno che li restituirà con rate da 25mila euro all’anno a partire dal 2018 per i prossimi vent’anni).

La cerimonia è iniziata intorno alle 11.30 e si è conclusa con l’apertura della strada. I primi a solcare la nuova tangenziale sono stati alcuni motociclisti su moto d’epoca. Subito dopo le auto storiche, su una delle quali (una Mg A del 1957) è salita anche il sindaco. Poco prima una quarantina di alunni di quinta elementare ha cantato l’inno di Mameli e liberato in aria palloncini tricolore. Poi gli interventi ufficiali. «Ci troviamo di fronte ad un’opera – ha detto il sindaco Antonella Annibaletti – che cambia la geografia del paese, questa tangenziale ci consegna la nostra identità e la nostra essenza. Roverbella non è più un paese di passaggio ma di attrazione. E addio ai Tir». Alla cerimonia sono intervenuti anche il presidente della Provincia, Beniamino Morselli, gli ex presidenti di Palazzo di Bagno, Maurizio Fontanili e Alessandro Pastacci, l’ex vice-presidente Claudio Camocardi e altri sindaci della zona.

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista