Quotidiani locali

La benedizione dà il via alla fiera

Goito. Su il sipario della manifestazione dedicata al Grana Padano dei prati stabili

GOITO. Inaugurata ieri a Goito la ventunesima edizione della fiera regionale del Grana Padano dei prati stabili con il taglio del nastro e la benedizione del priore don Stefano Tognetti. «Goito per il 70% è costituita da prati, è fondamentale il settore agricolo e noi siamo fortunati ad avere la peculiarità dei Prati Stabili - spiega il sindaco Chiaventi - la fiera del Grana è cresciuta anno dopo anno, nostro dovere continuare a farla crescere». A seguire, l'incontro in aula consigliare “Dai prati stabili alla tavola” con la partecipazione dell'assessore all'agricoltura regionale Giovanni Fava, dei sindaci dei prati stabili, del deputato pd Marco Carra e del Consorzio Grana Padano.

Anche quest'anno ad organizzare la tre giorni goitese è lo Sporting club, presente con lo stand gastronomico in piazza della Chiesa. Sei le latterie scese in piazza: latteria Sociale Mantova, latteria Agricola Marmirolo, latteria Agricola San Pietro Goito, latteria Cooperativa Goitese, caseificio Sociale San Donato Castellucchio e latteria Sociale Roverbella. Molte le attività dedicate a bambini e famiglie, a partire dalla “Fattoria didattica” e dai laboratori con gli alunni delle elementari per conoscere meglio il Grana Padano. Ad animare la serata di ieri Radio Studio Più con Dj Baldelli. Oggi alle 16 in piazza Gramsci la dimostrazione di come si realizza il Grana padano, a cura delle latterie dei prati stabili, mentre questa sera a dar vita al paese sordelliano la musica di dj Tommy Vee in piazza della Rocca. Domani la giornata conclusiva della fiera vedrà in pole le latterie con “L'aperitivo della latteria” e la diretta di radio Studio Più “Party on the road”. A conclusione della giornata, prima della chiusura ufficiale degli stand, il concerto del Coro “I Cantori del Caldone” in piazza Gramsci.

Serena Cauzzi

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista