Quotidiani locali

suzzara-poggio rusco

Alcol al volante, due donne nei guai

In auto contro una casa dopo il pieno di aperitivi, l’altra tradita dall’etilometro

SUZZARA-POGGIO. Fuori strada e poi contro la recinzione di una casa. Il perché? La conducente dell’auto aveva esagerato con gli aperitivi. È accaduto nell’ultimo weekend, quando la sola Polizia stradale del distaccamento di Ostiglia ha sanzionato due donne e un uomo per guida in stato di ebbrezza. Ma i controlli con l’etilometro, più intensi tra il venerdì e la domenica, continueranno per tutta la settimana.

La prima donna denunciata per guida in stato di ebbrezza è la protagonista di un incidente d’auto accaduto domenica sera poco prima delle venti vicino a San Prospero di Suzzara, in strada Zara Chiaviche. L’automobilista, che ha 36 anni, era al volante dell’Oper Tigra del padre quando è andata a sbattere contro il pilastro in cemento di una casa. Sono arrivati l’ambulanza – la donna, solo contusa, ha rifiutato il trasporto in ospedale – e una pattuglia della Polstrada. A chiarire cos’era accaduto è stato il test dell’etilometro: 1.60 grammi di alcol per litro, oltre tre volte il massimo consentito (che è lo 0,50). Patente ritirata e denuncia penale. Niente sequestro dell’auto perché non è di sua proprietà. Denunciato anche un 64enne di San Benedetto Po che due ore prima è finito con la sua Renault Mégane contro la recinzione di una casa a Motteggiana, in strada Argine Po. Anche lui aveva bevuto parecchio, l’etilometro s’è fermato sull’1,21.

Se l’è cavata senza denuncia, ma con un verbale di 530 euro più il prelievo di dieci punti dalla patente, una 34enne fermata per un controllo a Poggio Rusco alle 4 del mattino di ieri: era appena oltre la soglia accettata per legge: 0,55.

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista