Quotidiani locali

mantova

Dottorso anche al pronto soccorso pediatrico e negli ospedali di Pieve e Asola

Prosegue la campagna di sensibilizzazione della Asst sull'uso corretto delle strutture ospedaliere: pannelli multilinguee, totem per i pazienti più piccoli e video sui bus Apam

MANTOVA. Dottorso, l’orsetto in camice bianco protagonista della campagna di sensibilizzazione dell’Asst di Mantova sull’uso appropriato del pronto soccorso arriva anche a Pieve di Coriano, Asola e al pronto soccorso pediatrico del Poma.

Il personaggio-guida invita a ricorrere al pronto soccorso solo quando è strettamente necessario. Nei presidi della provincia e al pronto soccorso pediatrico, in questi giorni, si stanno affiggendo pannelli in italiano e in inglese. Per i pazienti più piccoli del Poma anche una sagoma dell’orsetto. Il testimonial in versione fumetto compare inoltre in uno spot video diffuso tramite i monitor delle sale d’attesa dell’azienda e dei bus Apam, sulle pareti del pronto soccorso di Mantova, da dove la campagna è partita, per aprire un dialogo fra utenti e professionisti.

"La decorazione della struttura di Mantova - si legge in una nota dell'ospedale - ha approfondito inoltre l’analisi degli economi del 2015 e del 2016, tra i quali sono state selezionate alcune delle parole ricorrenti che elogiano il lavoro degli operatori, declinate nella scritta a parete: “Cosa ti offriamo? Professionalità, accoglienza, ascolto”. A queste parole si aggiungono le richieste dell’azienda per stabilire una collaborazione che migliori la gestione delle urgenze, sia nell’interesse del paziente che dell’operatore: “Cosa ti chiediamo? Pazienza, rispetto, collaborazione”. I pannelli (a Mantova tradotti, oltre che in inglese, in francese, arabo e cinese) spiegano quando ricorrere al pronto soccorso - in caso di malore grave, incidente stradale, sul lavoro, domestico, sportivo, in situazioni certe o presunte di pericolo di vita - e quando non farlo: per visite mediche specialistiche o accertamenti, informazioni di natura socio sanitaria, se esiste una possibilità alternativa, medico o pediatria di famiglia, servizio di continuità assistenziale. Si aggiungono - prosegue la nota dell'Asst - ulteriori indicazioni: al pronto soccorso ha la precedenza il paziente più grave; ogni visita inutile ostacola le urgenze e allunga i tempi d’attesa".

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista