Quotidiani locali

bozzolo

Bozzolo in lutto per Binaghi, imprenditore del boom

È morto Daniele Binaghi, industriale del settore confezioni sportive con il marchio Grifone, protagonista degli anni d’oro di una economia bozzolese che vantava un terzo della popolazione occupata nelle aziende locali

BOZZOLO. È morto Daniele Binaghi, industriale del settore confezioni sportive con il marchio Grifone, protagonista degli anni d’oro di una economia bozzolese che vantava un terzo della popolazione occupata nelle aziende locali. Correvano gli anni del boom, quando nel 1962 Binaghi giunge a Bozzolo da Milano con l’intenzione di aprire una fabbrica di confezioni sportive. Persona simpatica ed intraprendente socializza con le autorità e la popolazione rilevando gli immobili, vicino alla stazione ferroviaria, dalla famiglia Dragoni, già commercianti all’ingrosso di legnami.

La fabbrica parte con una trentina di addetti. Due anni dopo Binaghi si sposa con Anna Cozzani di Rivarolo mantovano e dal loro matrimonio nascono Monica, Alessandra ed Andrea. L’azienda intanto cresce e aumenta il personale. Nel 1975 un brutto colpo: un incendio distrugge il magazzino dei tessuti mettendo a rischio la sopravvivenza della stessa ditta. Con la grinta tipicamente milanese, Binaghi non si perde d’animo e fa ripartire la produzione più forte di prima e porta l’impiego del personale a 70 unità.

Vende in tutto il mondo, fa pubblicità, con il marchio "Grifone" nelle finali di Coppa dei Campioni e sulle principali riviste italiane ed estere. Una società giapponese gli propone di acquistare l’ azienda per una cifra da capogiro, ma lui non cede.

Sono gli anni in cui a Bozzolo, con 4.500 abitanti si retribuiscono più di 1.500 buste paga mensili; funziona un ospedale che è secondo soltanto al Poma, la pretura ha un pretore reggente, gli uffici finanziari funzionano a pieno ritmo mentre i paesi del circondario ne traggono i principali benefici. La Grifone prosegue a pieno ritmo sino alla metà degli anni ’90, quando Binaghi, ormai prossimo alla pensione, per mancanza di linfa rinnovatrice chiude l’attività e si ritira a Mantova. Il decesso è avvenuto domenica scorsa. La notizia a Bozzolo ha destato il cordoglio delle maestranze e di quanti lo hanno conosciuto e stimato. (t.c.)
 

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista