Quotidiani locali

Mantova, polizia e parrocchie insieme contro le truffe agli anziani

Nuovo ciclo di incontri sui metodi più utilizzati e su come difendersi.  Primi appuntamenti a Castel d'Ario e Vasto di Goito

MANTOVA. La Questura di Mantova, nell’ambito delle iniziative coordinate dal Prefetto Carla Cincarilli, ed in collaborazione con la Diocesi, ha organizzato un nuovo ciclo di incontri rivolti prevalentemente a persone della terza età  per metterle in guardia sui più utilizzati ed attuali metodi di realizzazione delle truffe e fornire loro utili strumenti di difesa.

Visto il successo degli incontri precedenti, il questore Pagliazzo Bonanno ne ha disposto la prosecuzione, tenuto conto del danno sociale e del giustificato allarme causato dal diffondersi di questa pratica criminale che vede coinvolte, come vittime inconsapevoli, le persone anziane influenzabili perché più deboli, più sensibili o forse solo più disposte al dialogo.

Durante gli incontri – tenuti da relatori della Polizia di Stato, coordinati dalla Divisione Anticrimine della Questura di Mantova - verrà illustrato il fenomeno nel suo complesso, anche a fronte del costante innalzamento dell’aspettativa di vita e conseguente aumento del numero della popolazione over 70, obiettivo privilegiato dei truffatori. Saranno forniti anche spunti per evitare il raggiro.

La collaborazione tra la Polizia di Stato ed i parroci del circondario di Mantova consentirà di diffondere  consigli e buone prassi di difesa che, comunque, non possono prescindere dalla chiamata alle forze dell’ordine: nell’immediato, attraverso i numeri per l’emergenza e, subito dopo, la presentazione della denuncia.

Il primo incontro si terrà il 28 ottobre alle ore 16 a Castel d’Ario nella Sala Civica del Comune, si terrà. La successiva data è fissata per il 30 ottobre a Vasto di Goito, alle ore 16, nella Sala dell’Oratorio Parrocchiale.

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista