Quotidiani locali

mantova

Blitz contro furti e rapine. Scattano arresti e denunce

Operazione dei carabinieri in tutta la provincia: impiegati quasi cento uomini. In una giornata controllate 400 persone. Ispezionati anche 31 locali pubblici

MANTOVA. I carabinieri del comando provinciale, nel corso di un servizio di controllo sull’intero territorio della provincia svolto nella giornata di venerdì, finalizzato al contrasto di furti e rapine, hanno arrestato quattro persone e ne hanno denunciate altre undici. I carabinieri hanno impiegato novanta uomini riuscendo a controllare quattrocento persone e 293 mezzi. Sedici le multe inflitte per contravvenzioni al codice della strada. Ritirata anche una patente di guida e decurtati 39 punti. Nel corso del blitz sono stati controllati 31 esercizi pubblici.

A Suzzara è stato arrestato per minaccia a pubblico ufficiale un 25enne senza fissa che durante un controllo stradale è stato trovato in possesso 9,20 grammi di hashish. Durante le fasi dell’accertamento il giovane, infuriato per la droga sequestrata, ha aggredito i militari.

A Porto Mantovano i carabinieri hanno dato esecuzione a un ordine di carcerazione emesso dal tribunale di sorveglianza di Brescia a carico di un 45enne residente nella zona. L’uomo doveva scontare otto mesi per truffa per reati commessi nel 2012. È stato messo ai domiciliari.

Ad Acquanegra sul Chiese, è stato invece denunciato un 25enne che ha fornito false generalità durante un controllo a piedi.

A Bozzolo un 50enne è finito nei guai perché trovato in possesso di un coltello a serramanico della lunghezza di 16 centimetri senza avere un porto d’armi.

A Marcaria è stato denunciato per il reato di evasione un 28enne. Il giovane, che era ai domiciliari, si era allontanato da casa.

Ad Asola un 20enne è stato denunciato per ricettazione, contraffazione, uso di marchi e vendita di prodotti industriali con segni mendaci e infine tentata truffa. Il giovane era stato sorpreso all’interno di un parcheggio vicino al Penny Market a vendere a basso prezzo alcuni cellulari risultati non originali. Durante lo stesso controllo è finito nei guai anche un 19enne trovato in possesso di una bici elettrica risultata rubata. La dueruote è stata restituita al proprietario.

A Castiglione delle Stiviere i carabinieri hanno dato esecuzione a un provvedimento di pena detentiva in regime di detenzione domiciliare, emesso dal Tribunale ufficio esecuzioni penali di Mantova, a carico di un 30enne del paese. L’uomo è stato accompagnato nella propria abitazione in regime di detenzione domiciliare per l’espiazione della pena di otto mesi per il reato di “interruzione di un ufficio o servizio pubblico” commesso in concorso nel 2010. In seguito all’operazione ai carabinieri sono arrivati i complimenti del prefetto Cincarilli.


 

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista