Quotidiani locali

castelbelforte 

Incidenti all’incrocio a rischio. La minoranza chiede il rondò

Il tratto interessato è quelllo tra via Cavour e l'ex statale 249 Gardesana orientale. Richiesta anche la presenza della polizia municipale nei momenti di maggior traffico

CASTELBELFORTE. «Una rotatoria all’ingresso del paese». La chiedono i consiglieri di opposizione a Castelbelforte. Dopo i recenti incidenti, due nel giro di un paio di giorni, accaduti alle porte del paese e precisamente all'incrocio tra via Cavour e l’ex statale 249 Gardesana orientale, Enrico Graziati, capogruppo di minoranza, ritorna a chiedere interventi urgenti per risolvere l'annoso problema che rappresenta un pericolo per la circolazione. Chiede che venga realizzato un rondò in sostituzione della attuale incrocio.

«Sono passati vent'anni da quando, ad ogni campagna elettorale e ad ogni piano delle opere pubbliche, viene sbandierata la realizzazione di una rotatoria. La competenza per questo incrocio - osserva Graziati - si divide fra la Provincia e il Comune ma quello che è certo è che ad ogni campagna elettorale pur di ricevere voti i candidati alle comunali ne propongono la realizzazione. Se avessimo amministrato noi sarebbe stata una delle priorità, ma visto che la gestione amministrativa è del sindaco Gazzani gli chiediamo con forza di realizzare questa rotonda cercando così di risolvere questo pericoloso problema».

Graziati, ancora nel gennaio del 2015, proponeva di utilizzare un agente della polizia municipale per presidiare l'incrocio nelle ore di maggior traffico. «Credo che potrebbe essere un deterrente per chi non rispetta le regole».
 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista