Quotidiani locali

asola 

Depuratore, Carra fa da mediatore

Il deputato incontra i sindaci e poi lavora a un vertice con il ministro

ASOLA. Un confronto con il ministro dell’Ambiente, Gianluca Galletti, per sottoporre le criticità del futuro depuratore del Garda nell’ottica di un miglioramento del progetto che insisterà sulla zona dell’Asolano. È la domanda emersa dall’incontro che il deputato Pd Marco Carra ha chiesto agli amministratori locali. Ora il deputato, che ha già contattato il ministro, annuncia che a breve sarà stabilita una data per l’incontro romano.

Al vertice che si è tenuto ad Asola nei giorni scorsi erano presenti il sindaco, Raffeale Favalli, con il suo vice, il sindaco e vicesindaco di Casalmoro, il sindaco e vice di Remedello, il sindaco di Visano. Sono stati coinvolti anche Canneto e Acquanegra. «Raccolgo le istanze degli amministratori dei Comuni interessati dal progetto del depuratore che in questa zona, cioè l’Asolano, potrebbe creare qualche problematica. Quello che si chiede – spiega Carra – è un miglioramento del progetto valutando meglio gli aspetti che potrebbero mettere in crisi il territorio legati alla portata del Chiese che a valle risulta diversa e maggiore rispetto ai Comuni del Garda. L’incontro con il ministro, che ha già espresso disponibilità, è necessario: fino ad oggi lo stesso ministero ha interloquito con la Regione e altri soggetti, ma non con quelli che danno una valutazione più critica dell’opera, pur ritenendola necessaria». Il Governo, ricorda Carra, finanzia in gran parte l’opera: su 220 milioni, da Roma ne arrivano cento.



TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista